Sveva Casati Modignani, i 10 migliori libri

Sveva Casati Modignani, la regina della narrativa rosa

I suoi romanzi sono tradotti in 20 paesi e hanno venduto milioni di copie. Ecco i 10 libri più belli di Sveva Casati Modignani

Disperatamente Giulia, 1986

È uno dei romanzi più toccanti, un libro pungente e fortemente emotivo che ha valso alla Modignani il Premio Selezione Bancarella nel 1987, un importante riconoscimento per gli autori di narrativa. La trama ci presenta due bellissimi personaggi: Giulia, una scrittrice affermata, ed Ermes, chirurgo di grande fama. I due si perderanno di vista per poi rincontrarsi in un momento non roseo per Giulia, ma sarà proprio in quell’ infausto istante che la scintilla di anni prima riprenderà ad accendere le loro esistenze.

Donna d’onore, 1988

Nancy Pertinace è una giovane e intraprendente reporter che riesce a strappare un’importante dichiarazione da una suora, che le rivelerà parte del suo passato. Nancy è molto nota a New York, una donna molto conosciuta e apprezzata al punto tale che era in lizza per la poltrona di sindaco della Grande Mela. Poi, tutto a un tratto è sparita per tornare in Italia, in Sicilia per la precisione, per indagare sul suo passato e su eventi che la riconducono inesorabilmente verso Cosa Nostra. Un libro che ha occupato per tempo la classifica di narrativa e il cui soggetto è diventato una miniserie televisiva.

Il cigno nero, 1992

I Montalto sono una famiglia di editori che, per ben tre generazioni, si sono succeduti nell’azienda di famiglia. Modignani con Il cigno nero ci porta all’interno di questa casa editrice, scoprendo così segreti e intricate relazioni tra i vari personaggi che la abitano, svelando ora tradimenti, ora inaspettate gioie. Al centro delle vicende, ci sono due personaggi: il cigno nero, Emiliano figlio del capostipite a cui un giorno finiranno le redini dell’azienda e la bella giornalista Arlette. I due riusciranno con le loro forze a riportare in auge l’azienda di famiglia, il come e il perché non ti resta che scoprirli leggendo questo romanzo.

Qualcosa di buono, 2004

 

E’ un romanzo che con il cibo ha una piccola connessione: una bellissima e importante collezione di quadri a sfondo culinario, che vale una fortuna. E proprio questa collezione sarà alla base del testamento che la ricca signora Alessandra Pluda Cavalli lascerà in dono, non ai figli o al marito, bensì all’umile custode del palazzo in cui la famiglia abita, Ludovica Magnasco. Anche quest’ultima rimane basita dall’enorme riconoscenza che la signora Cavalli le attribuisce, non riesce a capacitarsene e, come lei, anche i parenti più stretti, che iniziano a indagare sul suo conto.

Rosso corallo, 2006

sveva casati modignani

Il rosso è il colore della passione, e “non solo” direbbe il noto antropologo Michel Pastoureau, infatti si tratta di un colore intenso, che rivela molte sfumature di un carattere forte e testardo come quello della protagonista di questo romanzo. Liliana Corti, infatti, è una giovane ragazza che cerca di perseguire i propri sogni, nonostante venga da una famiglia operaia del dopoguerra di soli figli maschi. Le sue vicende affronteranno i momenti più intensi del Novecento in una Milano caotica, ma al passo con i tempi: dal boom economico agli attacchi terroristici, dalla “Milano da bere” alle grandi contestazioni politiche.

Vaniglia e cioccolato, 2000

A 38 anni sei anche stanca di alcune situazioni opprimenti che la famiglia a volte crea, ancora di più se hai un marito che non riesce a esserti fedele come dovrebbe ed è sempre in cerca di nuove avventure. Penelope è stanca e, con molto coraggio, decide di scrivere una lettera ad Andrea a cuore aperto, rivelandogli tutto quello che non è riuscita a dire in anni di relazione e tre splendidi figli. Sarà un momento importante per rimettere in gioco sentimenti ed emozioni, per capire se davvero è possibile rimediare o se, semplicemente, convenga lasciare andare.

Mister Gregory, 2010

Gregorio Caccialupi tira le somme della sua lunga, intensa vita. I primi ricordi risalgono al Polesine degli anni Trenta, la terra della sua infanzia, segnata dalla miseria e dalla fatica. La tubercolosi che colpisce la madre Isola – bellissima ma fredda e distante – imprime una brusca svolta al suo destino. È solo un ragazzo quando decide di partire per l’America in cerca di fortuna. Determinato e intraprendente, diventa un uomo di successo collezionando trionfi, sconfitte e una serie di donne che tentano invano di conquistare il suo cuore. E per tutti si trasforma in Mister Gregory, il ricco proprietario di una grande catena di alberghi. Una storia sontuosa, lunga quasi un secolo, che appassiona e coinvolge.

Il bacio di Giuda, 2014

sveva casati modignani
Foto da Pinterest

Un romanzo autobiografico che presenta una Sveva bambina, all’indomani della Seconda guerra mondiale. Siamo, infatti, a Milano nel 1945, e la piccola Sveva è alle prese con i quotidiani avvenimenti visti dagli occhi di una bimba. Il rapporto turbolento con una madre esigente e quello affettuoso e protettivo con il padre, che non smette mai di spronarla nello scrivere e nel dedicarsi agli aspetti creativi della vita. A tratti non si riesce a comprendere dove si tratta di romanzo e dove di vita vera, tanto intenso è il racconto che Modignani conduce.

Segreti e ipocrisie, 2019

Quando si giunge alla fine dell’anno si tende sempre a fare un resoconto di quello passato: cosa è stato? Cosa è successo? Cosa porto con me? Maria Sole porta con sé un tradimento, un matrimonio che è naufragato in menzogna, scoprendo che all’interno della sua famiglia tutti ne erano a conoscenza, ma hanno preferito preservare le apparenze. E questa non è una novità, la sua famiglia è sempre stata campione di segreti e ipocrisie, ma Maria Sole ha deciso di dire basta e con l’aiuto delle sue fedeli amiche, Carlotta, Andreina e Gloria darà una svolta importante alla sua vita.

Il Falco, 2020

La trama narra la storia d’amore intricata tra Giulietta e Rocco, quest’ultimo reo di averla tradita nel peggiore dei modi senza essersi mai scusato. Dopo molti anni in cui Rocco ha vissuto totalmente dedito al solo lavoro, comprende il grave errore commesso in gioventù e desidera riconquistare la sua cara e vecchia Giulietta. Riuscirà nel suo intento?

Qual è il tuo libro preferito di Sveva Casati Modignani?

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati