Home Creative Lab Magazine Creative Lab Magazine: Taba Pintada
Creative Lab Magazine: Taba Pintada

Creative Lab Magazine: Taba Pintada

0

 

 

Per la rubrica Creative Lab Magazine  vi presentiamo Simona e le sue creazioni.

 

Sono Simona, mamma strafelice di Noemi, una dolce signorina di nove anni,  educatrice e insegnante di formazione.

Da circa un anno ho iniziato a coltivare un sogno, per non lasciare nulla di intentato e  ho deciso di investire tutta me stessa in un nuovo progetto, che porta il nome di Taba pintada!

 

Taba pintada perché?

Primo, sono sarda e adoro la mia terra, da qui l’uso della sua lingua; secondo, “dipingo” su “tavole di legno” esclusivamente di recupero, che ricavo dai bancali oppure da vecchie assi di cantiere.

Ridare vita a vecchie cose, salvare e destinare a un nuovo uso delle assi di legno apparentemente da buttare o mettere al fuoco riempie di significato ogni oggetto che realizzo e mi regala una soddisfazione maggiore.

Trasformo questo materiale semplice ma nobile in piccoli complementi per la casa, di cui alcuni hanno uno scopo puramente decorativo ( cuori, quadretti, parole, frasi) altri sono utili e al tempo stesso arricchiscono di colore un ambiente della casa e sono: attaccapanni, targhe di benvenuto, tavole versatili da usare come porta-strofinacci o portachiavi, porta-bijoux, porta-carte e porta-tovaglioli, fioriere, portavasi, lampade da tavolo. Realizzo anche piccoli accessori come i portachiavi.

Taba pintada

In quanto autodidatta il mio stile è najf, un po’ elementare e un po’ ingenuo.

Decoro gli oggetti che realizzo prendendo in prestito dalla natura fiori, uccellini, pesci, cavallucci marini ed altro ancora, che rappresento in maniera stilizzata. Il soggetto che ricorre maggiormente nei miei lavori e che adoro è la pavoncella, figura legata alla mia isola e alle sue forme di artigianato, simbolo di buon augurio e di fertilità. La pavoncella è senz’altro una figura che la Sardegna ha ereditato dal passaggio sul suo territorio di popoli di varia provenienza e che poi ha fatto sua acquisendo un’accezione locale. Confesso che mi piacerebbe studiare la sua storiae raccontarla, magari un giorno inizierò questa ricerca!

Amo il mare e i suoi colori che utilizzo sulle mie tavole, prediligo gli sfondi bianchi, ma non so rinunciare alla bellezza di tutti gli altri. Evidenzio i contorni dei disegni col mio fedele e ormai un po’ vecchio pirografo che ricevetti in dono per un Natale di qualche anno fa e che da allora è divenuto mio compagno e strumento di lavoro imprescindibile, perché è lui che “fa la differenza” e che arricchisce i miei disegni di carattere.

Le mie tavole dipinte regalano luce, freschezza e una nota di vacanza anche alla prima casa!

Ho sempre amato disegnare, dipingere, sperimentare nuove tecniche e materiali. Il legno e il pirografo sono due scoperte recenti, di circa due anni.

E’ solo da un anno che ho “osato” affacciarmi al mondo del web mostrando ciò che realizzo attraverso il mio sito e la pagina facebook. Ogni oggetto a cui mi dedico richiede un lungo lavoro, fatto di varie fasi, dalla scelta del pezzo di legno, alla verniciatura finale, per cui spesso non mi rimane tanto tempo per l’aggiornamento del sito-blog dove mi piacerebbe raccontare il mondo delle mie tavole dipinte!!! Ma il proposito di rimediare a questa mia mancanza è sempre presente e con un po’ di organizzazione in più riuscirò in questo intento!! Spero!!

Taba pintada

 

Enni

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *