Home Food La torta Camilla, un dolce buono e genuino
La torta Camilla, un dolce buono e genuino

La torta Camilla, un dolce buono e genuino

0

La torta Camilla è un dolce buono e genuino, facile da preparare.

L’ingrediente principale è la carota, ortaggio ricco di caroteni, sostanze che l’organismo utilizza per la produzione di vitamina A, importante per diverse funzioni dell’organismo, in particolare per la funzione visiva.

Che le mangiate cotte o crude è lo stesso, perché la cottura non pregiudica l’utilità dei caroteni, in quanto sono resistenti al calore. Anzi, dal momento che la maggior parte del carotene si trova nella fibra, preparandole con una breve cottura si libera il betacarotene dalle cellule fibrose.

Le carote sono molto indicate nell’alimentazione infantile perché contribuiscono all’assorbimento dei liquidi a livello intestinale. Sono anche una buona fonte di flavonoidi e pigmenti antiossidanti che agiscono positivamente sul sistema cardiovascolare.

Semplicissima da preparare quindi,  la torta Camilla metterà d’accordo grandi e piccini.

 torta Camilla

Ingredienti:

  • 350 g carote pulite e pelate
  • 320 g farina 00
  • 4 uova grandi
  • 100 g mandorle pelate
  • 1 bicchiere olio di semi di mais
  • 1 bustina lievito in polvere per dolci
  • 350 g zucchero
  • 1 pizzico sale
  • 1 estratto di vaniglia
  • q.b. zucchero a velo vanigliato

 

Procedimento

Imburrare uno stampo di 24/26 cm.

Tagliare le carote precedentemente pelate a tocchetti e frullarle finemente  in un mixer,tritare anche le mandorle molto finemente insieme a 50 g. di zucchero che prenderete dal totale.

Accendere il forno a 170°.

In una ciotola montare le uova con lo zucchero rimasto e l’aroma di vaniglia.

Unire l’olio,le carote frullate,le mandorle tritate e un pizzico di sale.

Setacciare la farina con il lievito.

Incorporare la farina al composto con una spatola dal basso verso l’alto.

Versare il composto nello stampo imburrato.

Infornare a 170° per circa 40 minuti,regolatevi in base al vostro forno e fare la prova stecchino alla fine.

Fare raffreddare,adagiare su un vassoio e spolverizzare di zucchero a velo e servire.

 

Se vuoi realizzare una merendina genuina e fatte con ingredienti scelti direttamente da noi, proviamo a fare le Camille.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
Carmen Esposito Le donne: non le vedi mai sedersi su una panchina con l’avviso “Verniciata di fresco”. Hanno occhi dappertutto. (James Joyce)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »