libri

Il treno delle 7.48 di Marco Gritti

Marco Gritti

Il primo romanzo di Marco Gritti: Il treno delle 7.48.

Il romanzo parla di un amore un po’ diverso dall’amore che si vive quando si è adolescenti. Questo amore ha una data di scadenza, proprio come il latte.

Marco, il protagonista del romanzo, si innamora di Eleanor e la sua vita cambia completamente, incomincia a trovare con chi condividere quel sorriso che per troppo tempo è rimasto nascosto da labbra quasi intoccate dall’amore.

Insieme scoprono la bellezza dell’amore che si vive a 17 anni, quell’amore che in un modo o nell’altro ti lascia una cicatrice così profonda nel cuore che farà parte di te per tutta la vita, ma la sera del loro amore arriva, forse troppo presto quando Marco è costretto a lasciare l’Italia per andare in Australia.

Vivono venti giorni indimenticabili prima che Marco parta e fanno di quei venti giorni la loro vita intera.

Nonostante il loro amore fosse ancora prematuro riescono a combattere la distanza come veri innamorati, e mentre Marco vive lontano da lei conosce Edward.

Un veterano della guerra che come Marco si è innamorato in modo diverso di sua moglie che però è morta qualche anno prima.

Edward farà capire a Marco l’importanza dell’amore, della felicità e quando Edward muore Marco decide di tornare da lei.

Perché anche se le cose sono cambiate una cosa rimarrà sempre la stessa, gli occhi per i quali Marco ha perso la testa saranno sempre i suoi, quelli di Eleanor, una ragazza che come tante ha trovato la sua vita d’uscita nell’inchiostro dei libri d’amore.

 

Prossimamente Marco Gritti sarà ospite su WoMoms.com

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.