Alcuni disturbi comuni fra i neonati: conoscerli aiuta a risolverli

I neonati possono soffrire di numerosi piccoli disturbi assai comuni.

Conoscerli può aiutarvi ad affrontarli in maniera serena, senza farsi prendere dall’ansia e a risolverli in maniera rapida ed efficace.

Gli eritemi da pannolini

Tra i disturbi che possono insorgere sin da subito vi sono le irritazioni dovuti all’uso inevitabile del pannolino. Essendo realizzati con materiali sintetici, seppur delicati, questi prodotti possono causare irritazioni ed eritemi dovuti allo sfregamento con la pelle delicata del neonato. Curare e alleviare l’arrossamento è semplice, basterà utilizzare dei prodotti delicati come le creme emollienti di Lichtena dedicate ai neonati, la cui formulazione è studiata appositamente per lenire le irritazioni. Oltre alle pomata specifiche è bene utilizzare anche i detergenti intimi dedicati ai bimbi appena nati che abbiano un’azione lenitiva contro gli eritemi da pannolini.

Problemi digestivi

Si manifestano soprattutto sotto forma di coliche, rigurgiti e reflusso. Le coliche compaiono dopo il primo mese e mezzo e sono dovute al passaggio di bolle d’aria all’interno dell’intestino. Se necessario, i pediatri prescrivono delle gocce per attenuare i dolori. Il reflusso e il rigurgito possono essere fisiologici perché la valvola alla bocca dello stomaco non è del tutto “allenata” a trattenere il cibo. Se durante la giornata gli episodi di rigurgito sono frequenti è bene consultare il medico.

Ittero

La pelle dei neonati può assumere un colorito giallastro a causa della presenza elevata di bilirubina nel sangue. La causa è dovuta al fegato ancora non totalmente sviluppato, che non riesce a smaltire facilmente del tutto questo elemento. L’ittero compare pochi giorni dopo dalla nascita e generalmente si risolve in maniera naturale in circa una o due settimane. Se i sintomi persistono o peggiorano è bene rivolgersi al proprio pediatra.

Lacrimazione

I bambini appena nati spesso soffrono di lacrimazione anche senza piangere. Questo fenomeno è dovuto al dotto-lacrimale (il canalino che drena le lacrime nel naso) ancora non si è totalmente “aperto”. Generalmente questo problema scompare nel giro di un anno. Nel caso dovesse comparire una secrezione gialla al posto delle semplici lacrime, consultate un medico.

Mughetto

Si tratta di un disturbo molto diffuso e si manifesta sotto forma di piccoli puntini e chiazze di colore bianco nella bocca del neonato. Talvolta possono essere molto dolorose e se si estendono fino alla gola provocano disturbo a deglutire e durante la poppata. Il mughetto è un’ingezione dovuta a un fungo chiamato Candida Albicans. Per alleviare il dolore e curare le chiazze basta tamponare le piaghette con una garza imbevuta di acqua e bicarbonato. Ripetete questa operazione qualche volta al giorno. Nei casi più estremi il pediatra potrebbe prescrivere dei farmaci appositi per curare il mughetto.

Il raffreddore

Nei neonati, che ancora non sono capaci di respirare con la bocca, può essere molto fastidiose. Come per i più grandi non esistono cure particolari dal momento che si tratta di un virus. Per cercare di facilitare la respirazione del piccolo, effettuata il cosiddetto “lavaggio nasale” con una siringa riempita di 3 ml di soluzione fisiologica. Poggiatela alla narice e rilasciate il liquido, indirizzando il getto verso l’orecchio, quindi usate una “pompetta aspiramuco”.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *