Salute

Disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo

Il disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo è un nuovo nome per un vecchio disturbo.

Il termine ha sostituito il termine “disturbo dell’alimentazione dell’infanzia e della prima infanzia”, ​​una diagnosi precedentemente riservata ai bambini di età inferiore ai 7 anni

Questo disturbo può inizialmente assomigliare al mangiare in maniera schizzinosa che è comune durante l’infanzia, quando i bambini si rifiutano di mangiare determinati alimenti o cibi di certi colori, consistenza o odore.

Gli individui con questo disturbo sperimentano un’alimentazione disturbata a causa della mancanza di interesse nel mangiare o del disgusto per determinati odori, gusti, colori, consistenze o temperature.

Disturbo evitante/restrittivo dell'assunzione di cibo

I sintomi comuni del Disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo includono:

  • evitare o limitare l’assunzione di cibo che impedisce alla persona di assumere abbastanza calorie o sostanze nutritive
  • abitudini alimentari che interferiscono con le funzioni sociali tipiche, come mangiare con gli altri
  • perdita di peso o scarso sviluppo per età e altezza
  • carenze nutrizionali o dipendenza da integratori o alimentazione con sondino

È importante notare che ARFID va oltre i comportamenti comuni come il mangiare schizzinoso nei bambini piccoli o l’assunzione di cibo inferiore negli anziani.

Inoltre, non include l’evitamento o la restrizione degli alimenti per mancanza di disponibilità o pratiche religiose o culturali.

Ti consiglio di leggere anche Il disturbo della ruminazione

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.