Home Culture Dodici racconti di Natale, il libro per l’attesa natalizia.
Dodici racconti di Natale, il libro per l’attesa natalizia.

Dodici racconti di Natale, il libro per l’attesa natalizia.

2

Dodici racconti di Natale di Jeanette Winterson è uno di quei libri da leggere in attesa del Natale. Per arricchire quella magia e aura di calore che solo questo periodo dell’anno sa regalarci.

Dodici racconti di Natale, perché leggerlo? In attesa delle feste natalizie ci regaliamo cioccolate speziate alla cannella, addobbi oro e rossi da spargere in casa e candele profumate ai cookies. Voi però vi regalate anche delle letture giuste? 

L’anno scorso in libreria ai primi di dicembre, mi sono fatta conquistare dalla copertina di questo libro. Copertina rigida bianca con decorazioni in rilievo rosse e argento. Come resisterle? Tra l’altro il libro era proprio una novità appena uscita in libreria quindi non ho avuto esitazioni anche dopo aver letto il prezzo: 20 euro. Un po’ caro vista la media.

L’autrice ha scritto Dodici racconti di Natale uno diverso dall’altro e proprio per questa caratteristica lo consiglio caldamente. Dodici racconti preceduti da diverse ricette dell’autrice, testate e collaudate e ad accenni storici sul periodo. Per esempio come nasce Babbo Natale col suo vestito rosso? Sapevate che c’entra una famosissima bibita gasata non alcolica?

 

dodici racconti di Natale
Ph: Francesca Cirianni

L’autrice l’ho trovata molto brava perché in ogni racconto ho percepito la capacità di trasmettere bontà e dolcezza. Sono racconti che sottolineano la gentilezza e il cuore grande dei protagonisti che si giostrano in contesti natalizi non sempre felici.

 

Fantasmi irriverenti e spiriti del Natale 

Incontri d’amore e trabocchetti

Ghiaccioli e slitte e Rane d’Argento

Case stregate e Mamme di Neve

Zuppa inglese allo sherry di papà Winterson e ravioli della Shakespeare and Company

Dodici racconti e dodici ricette natalizie di Jeanette Winterson

 

Jeanette Winterson, con questo suo libro, a mio avviso vorrebbe spingere il lettore a riflettere. Riflettere sullo spirito del Natale, quello genuino e profondo. Natale non è solo doni e consumismo ma molto di più. E’ bontà d’animo, è essere ottimisti guardando il bicchiere mezzo pieno, è essere felici del solo fatto di non essere da soli ma abbiamo una famiglia e degli amici. E’ passare il giorno di Natale in compagnia e non in solitudine come purtroppo accade a molti altri.

Se per caso non siete amanti della lettura, compratelo lo stesso e regalatelo! Chi lo riceverà apprezzerà sicuramente!

Francesca Cirianni

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Francesca Cirianni Nata a Torino ma trasferita a Bologna. Amo viaggiare e amo farlo soprattutto con i libri. Cerco di documentare le mie passioni con la fotografia e tra queste c'è un buon cibo e un buon bicchiere di vino. Certo, poi ci sono anche loro, le mie figlie, le preferite della mia macchina fotografica.

Comment(2)

  1. La coca-cola nn c’entra….un fico secco ( a proposito di delizie natalizie). La prima illustrazione di babbo natale come lo conosciamo noi, agli inizi dell’800, è antecedente all uso che ne fece la coca cola nei suoi spot( intorno al 1930)

    1. Nell’articolo infatti non si fa cenno alla Coca-Cola che inventa la figura di Babbo Natale ma che, con i suoi spot pubblicitari, consacrano il suo vestito di colore rosso. Nei tempi passati lo “coloravano” di verde, rosso ma anche blu.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *