Home Moda&Bellezza Ellie Goldstein: la prima modella Gucci con la sindrome di down

Ellie Goldstein: la prima modella Gucci con la sindrome di down

Ellie Goldstein: la prima modella Gucci con la sindrome di down
0

Ellie Goldstein, la modella con la sindrome di Down già comparsa in campagne per Nike e Vodafone, è stata scelta da Gucci per una campagna beauty

Ellie Goldstein, modella con la sindrome di Down, è il nuovo volto scelto da Gucci per la prossima campagna beauty di un mascara. Non è la prima volta che Ellie posa per brand importanti. In passato è stata volto di Nike e Vodafone. Ma posare per Gucci è un vero sogno che si realizza.

Ellie Goldstein

Originaria di Ilford nella contea dell’Essex (Regno Unito), studia arti dello spettacolo al college di Redbridge (Essex). Da tre anni lavora con l’agenzia di modelli Zebedee Management che rappresenta persone con disabilità.

Zebedee Management, è un’agenzia di talenti “creata per aumentare la rappresentanza di persone che fino ad ora sono state escluse dai media”.

“Ho progettato il mascara L’Obscur per una persona autentica che usa il trucco per raccontare la sua storia di libertà, a modo suo” ha spiegato lo stilista Alessandro Michele che l’ha scelta.

Le immagini di Ellie postate sugli account Instagram della maison hanno raccolto tantissimi like e commenti affettuosi pieni di complimenti.

Ellie Goldstein

Ellie non è la prima modella con la sindrome di Down a posare o a sfilare. Prima di lei l’australiana Madeline Stuart nel 2018 ha sfilato per Victoria’s Secret, mentre la spagnola Marian Avila è stata protagonista della passerella alla New York fashion week durante lo show di Talisha White.

Ti consiglio di leggere anache Matthew Williams nuovo direttore artistico di Givenchy

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
Federica Donati Classe '84, moglie di Andrea, mamma di Alessandro e Camilla. Da sempre nel mondo della moda, ma senza rinunciare mai alle mille scoperte che la vita ogni giorno ci riserva. Segni particolari: positività.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »