Home Create&Celebrate Erba cipollina
Erba cipollina

Erba cipollina

0

erba-cipollina-1Primavera per me vuol dire nuova vita.
Il giardino riprende lentamente ma inesorabilmente il suo corso, col fluire della vegetazione che spunta dapprima timida, poi con forza dirompente. È allora che si capisce, quasi con certezza, in tutto quel distendersi di foglie e sbocciare di fiori, che le temperature si sono fatte più miti e rassicuranti.
Rassicuranti per cosa?
Beh, per seminare. Se si ha la possibilità di farlo con un certo anticipo è ancora meglio perché significa anticipare anche il raccolto, occorre però essere in una fascia climatica in cui non esiste più pericolo di gelate oppure seminare in vasetti da mantenere in ambiente protetto (10-12 C°), ma non eccessivamente caldo.
Quest’anno i miei bambini si sono divertiti a seminare con le loro manine, mini dalie, nasturzi nani, verbene e zucchine tonde, tuttavia non bisogna mai farsi mancare (neppure sul balcone) una buona scorta di piante aromatiche come prezzemolo, basilico ed erba cipollina.erba-cipollina

Oggi voglio parlare proprio di quest’ultima, anche nota come Allium Schoenoprasum. A dispetto del suo complicato nome botanico, l’erba cipollina è di semplice coltivazione e si presta ad essere mantenuta a lungo in vaso. Potete acquistare una piantina già formata oppure spargere un po’ di semini, in uno o più contenitori corredati di buon terriccio soffice e fertile (consiglio terriccio universale per non complicarsi la vita), anche se trovo esaustivo aggiungere che, per mia esperienza, le pianticelle messe a dimora in giardino, si accontentano di terreni più pesanti.
Procedete poi con irrigazioni regolari, ma senza esagerare ed entro 3-4 mesi sarà possibile sforbiciare gli steli per apprezzarli in cucina.

Pur tollerando l’ombra, questi piccoli Allium, se collocati al sole si avvantaggiano di una vegetazione più brillante, infatti, in Inghilterra e non solo, vengono spesso collocati ai piedi delle rose, notoriamente amanti del sole, al fine di allontanarne gli afidi.
Con il sopraggiungere dell’inverno, la parte aerea tende a scomparire per poi spuntare nuovamente a primavera.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *