Home Lifestyle Eta Beta PS, liberi di scrivere
Eta Beta PS, liberi di scrivere

Eta Beta PS, liberi di scrivere

0

scrittura-cosa-fare-per-fotolia_80014094_subscription_monthly_m-1024x768

Mmmhhh… da dove iniziamo?

Ci sono pensieri che affollano costantemente la nostra mente, storie fantasiose che vorremmo raccontare ma che molto spesso teniamo nascoste in un angolo della nostra memoria… mille cose da dire, mille diari da scrivere.

Ecco, proprio di questo voglio parlarvi oggi care WoMoms, di scrittura, di racconti… svuotare un sacco colmo di idee che potrebbero riempire anche le giornate altrui.

Leggere non piace a tutti, ma serve, eccome se serve. Serve a parlare correttamente, serve a comunicare, serve a imparare.

Molti di noi sono scrittori o scrittrici “in ombra” solo perchè non sanno come fare o non hanno i mezzi per farlo… ETA BETA PS è la soluzione a tutto ciò.

Che sia un semplice testo, una tesi, un racconto o il futuro best seller, Eta Beta PS vi garantisce consulenza gratuita da parte di tecnici e grafici e interazione diretta; un team esperto provvederà alla registrazione dell’ISBN, necessario per far sì che l’autore abbia pieno potere dei diritti derivanti inclusa la vendita. Con Eta Beta PS il Copyright viene sempre intestato all’autore. Il deposito legale del vostro scritto presso le biblioteche è incluso nel prezzo.

Sicuramente vi starete chiedendo dove potrà essere acquistata la vostra opera… risposta: nei migliori Store Online come Amazon, IBS, Feltrinelli e molti altri. L’autore (punto importante) potrà vendere il proprio libro senza intermediari.

A corredo dei servizi di stampa e pubblicazione, Eta Beta PS mette a disposizione dei clienti tutta l’esperienza dei propri tecnici a supporto della realizzazione del libro per offrire suggerimenti gratuiti.

Il tutto gestibile in pochi click dal sito Eta Beta PS.

 

cop_morbida etabeta-selfpublishing-2

 

Non fermate la vostra voglia di scrivere, il vostro desiderio di raccontare…

 

Uno scrittore professionista è un dilettante che non ha mai smesso di scrivere.
Richard Bach, Un dono d’ali, 1974

 

A presto WoMoms!

@erica_womoms
Buzzoole

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *