Home Culture FOTONICA, un festival di luce
FOTONICA, un festival di luce

FOTONICA, un festival di luce

0

 

FOTONICA, il festival  che indaga le forme d’arte legate all’elemento luce nel contesto contemporaneo, dal 7 al 15 dicembre 2018 al MACRO Asilo a Roma.fotonica

65 artisti, 4 performance e 6 installazioni audio video, 3 live set av, 7 lecture, 3 workshop di cui 2 dedicati ai più piccoli e oltre 40 partner internazionali coinvolti per una manifestazione che esplora l’innovazione delle arti audio video e digitali.

Il foyer del MACRO Asilo ospita le performance e le installazioni AV, centrali nella programmazione del festival: artisti nazionali e internazionali danno forma alle loro espressioni artistiche con installazioni e performance dal vivo, dal forte impatto visivo e sensoriale, offrendo al pubblico esperienze nuove, interattive e immersive.

 

Un festival capace di declinare la potenza creativa della luce in mille diverse sfaccettature, di fare del fotone, il più piccolo e brillante frammento luminoso dell’universo, la particella originaria di uno scintillante universo creativo.

Sempre il foyer del museo ospita ogni giorno tutti gli altri appuntamenti della manifestazione: dalle installazioni audio video a quelle di light art, fino a toccare le nuove frontiere del videomapping svelate da Anticorp e curata dal collettivo Videomapping Mexico.

Touch Me di Iannis Kranidiotis a cura di Athens Digital Art Festival è una testa irta nel buio che, a differenza di altre opere d’arte per le quali si consiglia di restare a distanza, ti invita a toccarla.

Me-rror di Ipologica + FLxER Team è un’installazione audio/video interattiva in continua evoluzione che invita lo spettatore a entrare dentro le immagini proiettate, destrutturandole.

In Exquisitus speculum di Federico Ferrarini e Elektromoon e curata dal Patchlab Festival ci si misura con l’Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci, immergendosi nello stupore della propria armonica proporzione.

Manifesto delle Visioni Parallele presenta Errore Digitale: Untold Wall, una video installazione dove nove televisori formano un muro di tubi catodici.

Una parte importante di FOTONICA è dedicata alle lecture, nella sala cinema e nell’Auditorium del MACRO Asilo: esperti del settore dell’Athens Digital Art Festival, Patchlab Festival e RGB Light Experience si interrogano sull’evoluzione e i cambiamenti delle tecnologie.

Tra gli appuntamenti sabato 8 dicembre alle 19 la preview di “HER She Loves San Lorenzo”.

In questa occasione sarà presentata la proiezione integrale di “Dolore: il limite dell’Intelligenza Artificiale”, una straordinaria intervista sulle prospettive di integrazione dell’Intelligenza Artificiale nella nostra società con il  filosofo morale italiano vivente Aldo Masullo.

 

Il 7 e il 14 dicembre in programma  il workshop di Videomapping con l’obiettivo di riunire e coinvolgere gli interessi dei partecipanti e di fornire strumenti formativi agili e pratici.

Anche quest’anno viene coinvolto il pubblico più giovane: fornire stimoli e strumenti creativi fin dall’infanzia contribuisce in maniera determinante alla diffusione di una cultura digitale di base e all’acquisizione di alfabeti digitali necessari per decodificare la società attuale.

Il laboratorio di animazione Animating your star in programma l’8 e il 9 dicembre alle 16 offre ai bambini la possibilità di ideare e comporre la loro prima creazione animata.

 Dalla luce alla proiezione di Luca Cataldo sabato 15 alle 16 è un laboratorio pensato per scoprire le mille strade che portano un’immagine a essere proiettata giocando con ombre, tavoli e lavagne luminosi, tablet e proiettori.

Visitabile per tutta la durata del festival, la mostra “Net Paintings” è una selezione di dipinti digitali che mostrano al pubblico fin dove si può arrivare con la NetArt, l’arte del software: i programmi non sono insiemi vuoti di algoritmi, ma vere e proprie opere d’arte, fatte di codici binari, pixel, stringhe di linguaggio HTML e indirizzi IP.

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Alessandra Bonadies Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Abito a Roma ma sono una gallina padovana.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *