Fai da te

Il barattolo della calma montessori

 

 

 

barattolo calma

 

 

 

Il barattolo della calma, o calming jar, nella pedagogia montessoriana aiuta a ritrovare la tranquillità e a regolare le emozioni, dopo una arrabbiatura o una litigata.

 

barattolo calma

 

Con i bimbi  vedere i glitter fluttuare nel vasetto può bastare a distrarre dal nervoso, nel caso di bimbi un po’ più grandi si può anche usare come “timer”: agitalo, fai qualche bel respiro profondo e prenditi il tempo che serve ai brillantini per scendere sul fondo per ritrovare la calma.

 

Realizzarlo a casa è molto semplice ed è una bella attività da fare insieme ai nostri bimbi.

 

Noi abbiamo creato il nostro barattolo della calma pochi giorni fa: non so in realtà quanto Olivia abbia compreso di quello che stavamo facendo, però è rimasta super attenta durante tutte le operazioni di assemblaggio ed è affascinata quando vede i luccichini che si muovono lentamente nel vasetto.

 

barattolo calma

 

Ecco tutto l’occorrente per creare il tuo barattolo della calma:

 

  • un barattolo di plastica con il tappo a vite
  • colla glitter
  • brillantini
  • colorante alimentare*
  • acqua tiepida
  • uno o due cucchiai di shampoo (facoltativo)
  • colla a caldo o supercolla



barattolo calma

 

 

Riempi il barattolo di acqua, lasciando lo spazio in alto per poterne poi agitare il contenuto.

Aggiungi uno o due cucchiai di colla glitter, tre o quattro bei cucchiai di brillantini, un paio di gocce di colorante alimentare e uno o due cucchiai di shampoo (deve essere trasparente e serve per rendere più lenta la caduta dei brillantini).

Mescola bene con un cucchiaio e avvita il tappo, che avrai precedentemente cosparso di colla a caldo o supercolla per evitare aperture accidentali.

 

Ed è fatta, il tuo barattolo della calma è pronto per essere usato!

 

barattolo calma

 

È molto importante anche la scelta del colore di base, che sia rilassante. I toni del blu e dell’azzurro oppure del verde sono perfetti per questo scopo.

 

 

*Noi in realtà non abbiamo usato il colorante alimentare, perché la colla glitter che ho trovato era blu, quindi ha colorato già di suo l’acqua.

 

 

 

Sara Cipollina

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.