Cultura,  libri

Il coniglio che voleva addormentarsi

Il coniglio che voleva addormentarsi di Carl- Johan Forssèn Ehrlin

Il coniglio che voleva addormentarsi

Il Professor Carl-Johan Forssèn Ehrlin, psicologo dell’Università Jonkoping in Svezia, stava viaggiando in auto quando la madre, che accanto a lui lo ascoltava parlare, si addormentò quasi all’istante.

Da qui la sua idea di realizzare un libro.

Inizia così a scrivere la storia del coniglio Camillo che voleva addormentarsi e dei suoi amici.

Gli amici di Camillo sono: Zio Sbadiglio, Gufo assonnato e gli stessi bambini ai quali viene raccontata la favola.

Lo scopo della storia è quello di far chiudere gli occhi dei loro bimbi in tempi rapidi.

Nella favola scritta dal prof. Forssèn Ehrlin, vengono applicate alcune tecniche di rilassamento proprio per indurre i piccini a lasciarsi andare tra le dolci braccia di Morfeo.

La storia è diventato un best seller tradotto in tantissime lingue ed è consigliato pure dai terapeuti.

Per raggiungere l’obiettivo si deve leggere poche pagine prima che i propri piccoli si lascino andare alla quiete. Ma per ottenere questo si deve seguire le regole raccomandate all’inizio del racconto: parlare con un certo tono e lentamente, sbadigliare nei punti giusti, creare l’atmosfera.

La buonanotte arriva in 12 minuti, così almeno pare. Sperando che ad addormentarsi prima sia il bambino!

 

 

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.