Home Health & Wellness Il primo giorno di scuola
Il primo giorno di scuola

Il primo giorno di scuola

0

In questi giorni è ricominciata la scuola.

 

scuola

Per i più piccini e i loro genitori, di solito prevalentemente le mamme, anche se non è detto, l’inizio della scuola è un momento molto importante di crescita.

Ogni importante momento di crescita, si sa, comporta separazione. Come viene vissuto questa situazione?

Sicuramente, da genitori, provare una certa ansia è del tutto normabambinile. Un po’ perché quando si intraprende qualcosa, il giusto grado di ansia permette di essere pronti a vivere la situazione; un po’ perché creare separazione, dare il via ad un grande cambiamento agita un po’.

Come possiamo ovviare a questa “agitazione” da primi giorni di scuola?

Quando ci troviamo a dover affrontare un cambiamento importante nella vita ci aiutano i riti.

I passaggi segnati da riti adeguati vengono sempre vissuti meglio.

Un rito può essere anche molto personale, per fare un esempio una mamma e un bambino possono avere modo speciale per salutarsi, diciamo un loro modo portafortuna!

Un altro esempio per accompagnare il passaggio,una ritualità per prepararsi alla scuola può essere scegliere e preparare insieme i vestiti, lo zaino.

Oppure, ancora, decidere cosa fare insieme il pomeriggio dopo la scuola.

Personalmente, mi ha aiutata fare gli acquisti per la scuola, tentare di stare meno tempo con lei, lasciando che passasse più tempo del solito con nonni, zii, cugini, in modo da abituare entrambe alla separazione.

Ecco, oltre ai riti, arrivare preparati, o meglio “allenati” alla separazione aiuta davvero tantissimo.

Come per ogni cosa, l’abitudine è tutto.

Non ci sono, come sempre, ricette magiche e universali, ogni reazione è soggettiva, può essere diversa da primo a secondo giorno.

Ad esempio la mia mamma racconta che fui l’unica a non piangere il primo giorno. Piansi poi tutti gli altri  ma ero una mammona spropositata e, comunque, anche io alla fine ce l’ho fatta!

Tiziana

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *