Jane Eyre di Charlotte Brontë

Jane Eyre

Jane Eyre, un romanzo  della scrittrice inglese Charlotte Brontë

Jane Eyre di Charlotte Brontë, fu inizialmente pubblicata nel 1847 con lo pseudonimo di Currer Bell per mascherare il fatto che la scrittrice fosse una donna.

Fortunatamente, molte cose sono cambiate per quanto riguarda le donne nella letteratura dal 1847, e Brontë ora riceve il credito che merita per uno dei romanzi più rivoluzionari sulle donne nella storia. In un momento in cui l’autore si sentì in dovere di nascondere la sua vera identità, Jane Eyre fornì una storia di individualismo per le donne.

jane eyre-charlotte bronte

“Non può essere ch’io abbia tanta felicità, dopo tanto dolore. È un sogno; un sogno di quelli che ho fatto spesso, di notte, immaginandomi di stringerla ancora una volta sul mio cuore, come faccio ora; credendo di baciarla e sentendo che mi amava e che non mi avrebbe lasciato mai.”

Il personaggio omonimo del romanzo passa dall’essere orfano e povero a diventare una donna di successo e indipendente.

Il lavoro combina temi tratti dalla letteratura gotica e vittoriana, rivoluzionando l’arte del romanzo concentrandosi sulla crescita della sensibilità di Jane con l’azione e la scrittura interiorizzate.

Ti consiglio di leggere anche Un libro più bello mai scritto

WoMoms

WoMoms, la tua "amica virtuale": idee per viaggiare, consigli per lo shopping, dialoghi aperti, spunti per stupire ai fornelli e molto, molto altro ancora! Sempre sul pezzo, sempre accanto a te...

Articoli consigliati