Cultura

Scopriamo la storia delle ghirlande

Le ghirlande hanno una lunga storia, che risale agli antichi druidi che credevano che l’agrifoglio, un sempreverde perenne con bacche rosse e rigogliose, fosse una pianta magica.

Le ghirlande furono create per la prima volta quando l’agrifoglio e altri sempreverdi furono disposti in una forma circolare; ovvero in  una forma senza inizio né fine, e quindi sinonimo di eternità: un cerchio è senza inizio e senza fine. Infatti basta pensare che fin dai tempi antichi è stata simbolo di vittoria.

La parola ghirlanda pare che derivi dall’antico franco guirlande.


la storia della ghirlande

Questa rappresentazione ha assunto più significato con Gesù Cristo, incoronato con una corona di spine.

La storia delle ghirlande, la sua evoluzione e significato

Ai tempi di Giulio Cesare, le ghirlande erano indossate dagli aristocratici e usate dai greci per incoronare gli atleti vittoriosi nei giochi olimpici originali.

Per druidici e altre culture che utilizzava la corona, il cerchio simboleggiava una continuazione della natura che ha superato la linea del tempo degli esseri terreni. 

L’uso delle ghirlande decadde nei primi secoli del cristianesimo, per ritornare in Francia, verso il 1100, dove uomini e donne delle classi ricche portavano talora ghirlande di fiori l’estate, di foglie l’inverno.

Nel 1250 anche in Italia si portarono ghirlande di fiori, anche con penne o con corone d’oro e gemme.

Nel XVI secolo, però, la ghirlanda di fiori passò di moda, detronizzata dalle ricche acconciature d’oreficeria, per ricomparire brevemente alla fine del Cinquecento, specie in Francia.

Per poi tornare come motivo ornamentale nel sec. XVIII, come guarnizione delle ampie vesti, nella decorazione, nell’oreficeria.

Dalla fine del Settecento l’interpretazione fastosa di questo motivo, derivata dal Barocco, ritorna alla sua schietta semplicità e antica forma decorativa.

Si ritiene che appendere una ghirlanda su una porta sia diventata un’usanza quando gli atleti olimpici hanno iniziato ad appendere le loro ghirlande alle loro porte dopo una vittoria.

Sebbene la parola ghirlanda evochi pensieri natalizi, queste adorabili decorazioni possono abbellire porte e pareti tutto l’anno.

Possono essere impreziositi con un vasto assortimento di fiori secchi o artificiali per adattarsi a qualsiasi vacanza o stagione.la storia della ghirlande

Oggi è una delle decorazioni natalizie più usate per addobbare le case durante le feste di Natale. Tradizionalmente è di forma rotonda ed realizzata in legno, agrifoglio, stoffa e tanti altri materiali.

Ti consiglio: Video tutorial: come fare una ghirlanda di gru origami

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.