Home Benessere&Salute Quando i genitori vengono da due diversi background

Quando i genitori vengono da due diversi background

Quando i genitori vengono da due diversi background
0

Quanto è importante il background dei genitori?

Sempre di più ci imbattiamo in famiglie separate, famiglie conflittuali, famiglie che mandano input diversi ai propri figli in crescita.

Quello che mi chiedo è cosa succede quando i genitori sono cresciuti in famiglie culturalmente diverse, con valori ed educazione diversa? Purtroppo nei giovani in crescita sopraggiunge confusione e tanta difficoltà nel fare le giuste scelte durante la propria evoluzione.

Ricerche dimostrano che figli di genitori che non hanno degli sbocchi universitari alle spalle hanno maggior possibilità di non proseguire gli studi. Lo stesso per chi invece ha come modello quello di un genitore che ha studiato e faticato per assicurarsi il proprio futuro professionale, sarà maggiormente motivato a studiare e raggiungere traguardi.

La difficoltà è maggiore quando i genitori arrivano da due background diversi facendi arrivare ai figli messaggi tra loro discordanti. Questa confusione non permette una crescita serena.genitori

Ancora di più quando i genitori sono separati e quindi in modo differenziato questo avviene senza filtri e con difficoltà non solo comunicative, ma anche dovute alla distanza fisica.

Purtroppo la domanda che bisogna farsi  nel crescere i propri figli è quanto stiamo investendo per avere noi un riconoscimento e un valore come genitore e quanto, invece, siamo proiettati verso il bene dei nostri figli.

Si apre qui un altro grande dibattito, in quanto spesso i genitori non si rendono conto, in quanto non lavorati terapeuticamente o in quanto mancanti di strumenti introspettivi, che spesso quello che fanno con i propri figli è ricercare conforto, accettazione, amore, invece di essere loro a dare amore incondizionato.

Cosa succede quando questo avviene? Che tipo di essere umano stiamo crescendo?

A volte sento persone che non dicono “ti voglio bene” ai propri figli, ma l’insistenza con cui è detto è legato al desiderio di sentirselo ridire e finché questo non avviene il bambino viene spesso bombardato.

Ci sono situazioni in cui il bambino/a diventa strumento tra discussioni e conflitti legali, perdendo così il loro valore e la loro libertà e diventando  uno vero e proprio strumento  utilizzato contro l’altro partner.

In questo caso diventa poi un trofeo di chi vince la “battaglia” legale; come tale trofeo c’è il rischio che viene anche poi dimenticato e non considerato nei propri bisogni.

Perché come adulti e genitori ci si dimentica o si mette in secondo piano i bisogni dei propri figli? Allo stesso tempo perché prevalgono i bisogni dell’adulto su quello dei bambini? Quali sono le ripercussioni?

Purtroppo le motivazioni sono diverse.

Partiamo dall’attaccamento con le nostre figure genitoriali. Come i nostri bisogni sono stati accolti sarà indice di come noi riusciamo ad accogliere i bisogni dei nostri figli. Successivamente c’è l’importanza della consapevolezza, quindi l’essere in contatto con i propri limiti per poter cambiare e modificare quelli che sono considerati i costrutti familiari.

Diventa importante entrare in contatto con la parte emotiva del proprio sè per poter comprendere quello dei propri figli. Cercando quindi di valorizzare il proprio “io bambino” per poter osservare e validare quello dei nostri figli.

Sia per quanto riguarda l’aspetto educativo che emotivo, per poter meglio aiutare la crescita di un figlio diventa molto importante comprendere che quello che viene considerato “nostro” è un individuo in crescita e come tale ha bisogno di essere un individuo a sè. Il genitore sarà, comunque, sempre un punto di riferimento e un modello su cui il figlio anche involontariamente vorrà rifarsi.

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
Daria Russo Chi è Daria...sono una donna che porta diversi cappelli durante la giornata. Sono una mamma di un bimbo di 7 anni Leonardo, sono una psicologa clinica con specializzazione integrata, lavoro con bambini, adolescenti, adulti e faccio supporto genitoriale, coppia e famiglia. Sono un'amante dei libri e da qui posso dirmi dopo aver anche conseguito un master, una libroterapeuta! Sono anche insegnante di Hypnobirthing, metodo inglese per supportare le coppie in dolce attesa! E sono anche una grande ascoltatrice, amica e amante degli animali, ho uno splendido cane che si chiama Jung e due splendidi gatti Brahm e Moon.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »