Cultura

Studio Madhouse, le anime più belle

Studio Madhouse, fondata nel 1972 da Maruyama, Dezaki, Kawajiri e Rintaro 

Le anime più famose dello Studio Madhouse

Black Lagoon

Studio Madhouse

Rokuro Okajima, “Rock”, si unisce alla Lagoon Company, un gruppo di mercenari che inizialmente lo rapisce per sottrargli un dischetto dai contenuti compromettenti per l’azienda per cui lavorava.

Dal momento in cui comincia a lavorare insieme a loro, si troverà coinvolto nei loro affari di traffico merci illegali dalla Thailandia; non mancheranno spesso battibecchi al limite del mortale con la violenta e incontrollabile Revy.

Card Captor Sakura è uno delle anime più famose dello Studio Madhouse

Studio Madhouse

La piccola Sakura Kinomoto trova per caso, nella libreria del padre, un libro contenente un mazzo di carte magiche. Rotto il loro sigillo, queste si sparpagliano per la città e spetterà alla bambina, dotata di poteri dal guardiano del libro Kerochan, il compito di raccoglierle e sottometterle al proprio comando; esattamente così come aveva fatto il loro stesso creatore, Clow Reed.

Chihayafuru

Narra della scalata al successo nel mondo dei karuta di Chihaya Ayase. La ragazza viene istruita dal suo amico Arata già alle elementari e si appassiona così tanto che, alle superiori, fonda un club apposito per potersi allenare e partecipare così alle sfide ufficiali che la porterebbero all’agognato titolo di Regina del karuta.

 

Death Note

La storia di Light Yagami e del ritrovamento del Death Note, strumento dello shinigami Ryuk che, nelle mani del ragazzo, diventa un’arma per cambiare il mondo.

 

No game No life

Sora e Shiro si troveranno intrappolati in una realtà virtuale, dove dovranno dar prova del loro talento, già sfoggiato durante le loro sessioni di gioco.

Qualunque videogame giochino, i due fratelli hikikomori sono imbattibili e considerati per questo praticamente delle leggende nell’ambiente videoludico online.

One Punch Man

Studio Madhouse

Opera scritta dal misterioso One e disegnata nella sua veste migliore dal fenomenale Yusuke Murata.

Saitama è diventato un eroe quasi per caso: dopo essersi allenato costantemente per tre anni, ogni singolo giorno, e aver perso per questo i capelli, ha ottenuto una forza sovrumana che gli permette di sconfiggere chiunque con un solo colpo. Tale facilità nel vincere i nemici, però, lo porta ad annoiarsi terribilmente, finché non decide di intraprendere sul serio la carriera di eroe professionista, unendosi all’Associazione degli Eroi col suo discepolo Genos.

 

Perfect Blue diretta da Satoshi Kon

Uscito nel 1997, il film è tratto dall’omonimo romanzo di Yoshikazu Takeuchi.

Narra di Mima Kirigoe, una classica idol giapponese di quegli anni, e della sua insoddisfazione per la vita incerta che questo lavoro comporta.

Esistono ancora oggi così tanti gruppi idol e ne vengono formati così tanti di nuovi che essere delle meteore è facile e Mima avrebbe piani ben più concreti. La ragazza sogna di fare l’attrice e in effetti comincia la sua carriera nella recitazione ma tremendi avvenimenti ne sconvolgono l’andamento, portandola a provare sempre più confusione e smarrimento.

Summer Wars, regia di Mamoru Hosoda

Studio Madhouse

E’ la storia di Kenji Koiso, un liceale genio della matematica che passa gran parte del suo tempo in Oz, un mondo virtuale praticamente identico nelle sue funzioni a quello reale.

I due “mondi” sono collegati tra loro, poiché tutta la tecnologia e l’elettronica reali si basano proprio sul sistema di Oz ma, quando questo viene violato dall’intelligenza artificiale Love Machine, nonostante l’intervento di Kenji e della famiglia della sua compagna Natsuki, la situazione collassa al punto da mettere a rischio l’umanità.

 

The tatami galaxy, regia di Masaaki Yuasa

Si svolge in un’ambientazione realistica dei giorni nostri. Il protagonista, un indefinito watashi, “io”, ricorda i suoi primi due anni di università ora che si appresta a frequentare il terzo anno.

La sua carriera universitaria è caratterizzata da un unico desiderio: incontrare e dichiararsi a una studentessa di ingegneria di nome Akashi.

Il ragazzo fallirà miseramente ogni volta a causa, ritiene lui, della cattiva influenza del suo amico Ozu, conosciuto in uno dei numerosi club che il protagonista prova a frequentare durante l’anno.

Attraverso continui malintesi che ciclicamente lo porteranno ad allontanarsi sempre di più da un contatto con Akashi.

Trigun

Il protagonista Vash The Stampede girovaga sul pianeta Gunsmoke, colonizzato dai terrestri nonostante la sua superficie perlopiù desertica. Apparentemente giovane, in realtà Vash è più vecchio di come sembra; è tristemente famoso per trascinare dietro di sé sciagure e disastri, a dispetto del suo carattere buono e spensierato.

Seguito da due agenti di una società assicurativa, Meryl Stryfe e Milly Thompson, per controllarne i movimenti ed evitare ulteriori calamità da lui provocate. Tuttavia, sulla testa di Vash pende una taglia da ricercato e per questo sarà costretto a scontrarsi con i dodici sicari della Gung-Ho Guns, inviati da Legato Bluesummer, il braccio destro del fratello gemello malvagio di Vash.

Ti consiglio di leggere anche I migliori anime shōjo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.