Taralli al vino bianco con esubero di pasta madre

Taralli al vino bianco

Taralli al vino bianco con esubero di pasta madre

Quando voglio liberare la mente impasto. Impasto e mi immergo totalmente negli intrecci dei gesti.

Alla ricerca delle cose semplici che mi danno gioia.

Con pochi ingredienti ecco i miei Taralli intrecciati al vino bianco, dal sapore autentico, con esubero di pasta madre!

Facili e veloci da preparare, un po’ di riposo e via in forno!

Taralli al vino bianco

Ingredienti per i Taralli al vino bianco

  • 100 g di esubero pasta madre
  • 200 g farina 0
  • 100 g semola rimacinata
  • 100 ml vino bianco
  • 80 ml olio extra vergine d’oliva
  • 8 g sale

Procedimento

Sciogliere l’esubero di pasta madre solida nel vino bianco. Se si tratta di esuberi piuttosto vecchi, consiglio di aggiungere la punta di un cucchiaino di bicarbonato per smorzarne l’acidità. Aggiungere l’olio extravergine d’oliva e gradualmente metà della farina. Aggiungere il sale e la spezia a piacere e poi il resto della farina.
Impastare fino ad ottenere un impasto sodo, omogeneo e liscio.

Formare una palla, copritela con una ciotola capovolta e fate riposare 20 minuti. Formare i taralli dando la tipica forma ad anellino, unendo le estremità.

Lessare i taralli prima di infornarli.

Portare ad ebollizione dell’acqua non salata. Tuffarvi pochi taralli alla volta e sollevarli con una schiumarola non appena saliranno in superficie. Adagiarli su un canovaccio e farli asciugare per un’ora circa. Sistemarli poi su una teglia ricoperta di carta forno.

Infornare i taralli a 200º in forno in modalità ventilata per circa 15 minuti, poi abbassate a 180°, girateli e cuoceteli per altri 10-15 minuti finché sono dorati.

 

Ti consiglio di leggere anche: Brioche col tuppo

Rosetta Rizzo

Insegnante di scuola primaria e mamma di tre ragazzi. Abito a Modena, ma sono d'origine campana. Passo molto tempo in cucina a preparare ogni tipo di pietanza.

Articoli consigliati