Home Health & Wellness Tatuaggi dopo la mastectomia
Tatuaggi dopo la mastectomia

Tatuaggi dopo la mastectomia

0

IMG_2199

 

Il seno, in tutte le culture, è un organo carico di significati, rassicurante per la funzione dell’allattamento, simbolo di sensualità, erotismo. Per questo la mastectomia, costringe la donna a una ridefinizione di sé e del proprio futuro ed è importante, che dopo l’intervento, la donna possa cominciare un cammino di accettazione e riappropriazione di sé.

Le mutilazioni e cicatrici che segnano il corpo e l’anima, gettano le donne nello sconforto togliendo la capacità di sentirsi ancora desiderabili.

Per questo nel 2013 è nato il progetto P.ink, o Personal Ink, con lo scopo di insegnare alle donne operate di accettare il nuovo seno attraverso i tatuaggi.

IMG_2195

E’ un’idea meravigliosa, per chi decide di nascondere i segni che un’operazione così devastante lascia nel corpo. Molte donne che mai nella loro vita avrebbero pensato di farsi un tatuaggio, ricorrono a questa arte di incisione sulla pelle per nascondere le cicatrici. Così un team di esperti tatuatori regala una nuova bellezza a tante donne operate.

IMG_2197

Per aiutare le donne ad immaginare il proprio disegno, è stata creata un’App  Inkspiration grazie alla quale le donne possono vedere l’effetto che il tatuaggio avrebbe sul loro corpo. Comodamente a casa, nella propria intimità, sullo schermo dello smart phone, si può avere un’anteprima di come sarà il proprio seno fregiato dal tatuaggio, per poi decidere di mettersi nelle mani di un tatuatore di fiducia.

IMG_2196

P.Ink sta per “personal link”, inchiostro personale.

E’ una app creata dal pubblicitario Noel Franus su consiglio della sorella, sopravvissuta ad un cancro al seno. Dopo aver subito una mastectomia che le aveva lasciato cicatrici molto evidenti, la ragazza ha deciso di nascondere i segni dell’operazione sotto un tatuaggio creato su misura per lei.

Noel ha pensato che l’idea poteva essere utile a molte altre donne, e ha contattato decine di artisti di fama, chiedendo loro di creare dei disegni che potessero mascherare in modo efficace le tracce delle operazioni.

IMG_2198

IMG_2200

 

Vi lasciamo questo bellissimo VIDEO https://youtu.be/yAts1TVrMxc

Fonte: d.repubblica.it;  iodonna.it

Foto: David Rose, Gigi Stoll e Pinterest

 

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Carla Zanutto Mi occupo di fitness. Sono mamma e nonna. Ho tre Labrador e un'adorabile meticcia. Da 6 anni faccio parte del Pengo Life Peoject, un progetto italiano per la tutela e la salvaguardia dell'Elefante Africano in Kenya. Nel tempo libero mi trovi incollata tra le pagine di un libro.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *