Home Health & Wellness Menopausa: come cambia il corpo delle donne

Menopausa: come cambia il corpo delle donne

Menopausa: come cambia il corpo delle donne
0

Quando le donne entrano nella fase fisiologica della menopausa (di norma intorno ai 50 anni di età) si ritrovano ad affrontare notevoli cambiamenti a livello fisico, tra cui il più evidente è di certo l’aumento del peso corporeo dovuto agli ormoni e al metabolismo. Cambiare qualche piccola abitudine, fare piccole attività come squat o semplici esercizi per le braccia può davvero fare la differenza. Vediamo insieme qualche consiglio:

È assolutamente fondamentale, per cercare di arginare il più possibile l’impatto negativo di questo naturale processo di trasformazione corporea, condurre uno stile di vita sano e attivo:

  1. allenandosi regolarmente (almeno 3 volte a settimana per un totale di 150 minuti circa) in modo da rinforzare la muscolatura e bruciare calorie mediante esercizi per l’addome, per i muscoli di braccia e spalle, per i glutei, per le gambe, ecc. svolti a circuito o a intervallo;
  1. seguendo una dieta equilibrata (dilazionata in più piccoli pasti giornalieri e composta per lo più da abbondante acqua e alimenti come frutta e verdura di stagione, latte parzialmente/totalmente scremato e formaggi da esso derivati, carni magre – soprattutto il pollo, il tacchino e il pesce –, legumi e pane, pasta o riso integrali, cotti rigorosamente alla piastra, al forno, al vapore o bolliti e conditi con un filo di olio extra-vergine di oliva a crudo). 

Se, infatti, da sedentari l’aumento di massa grassa è calcolato tra il 33% e il 37% per chi svolge attività fisica (abbinata a una corretta alimentazione) la percentuale scende tra il 27% e il 31%. 

Oltre alla questione legata all’incremento del peso comunque è bene sottolineare anche dove questi chili vanno ad accumularsi. Infatti a mutare nella donna in menopausa è anche il suo profilo che finirà per evidenziare le seguenti tipologie di forme:

  • nella “forma a rettangolo”, il grasso si accumula principalmente nella parte superiore del corpo, specie in corrispondenza del viso, della pancia e della parte superiore della schiena;
  • nella “forma a triangolo”, il grasso si accumula principalmente in corrispondenza del girovita e dei glutei (quindi il bacino si allarga e l’addome diviene globoso);
  • nella “forma a triangolo rovesciato” il grasso si accumula principalmente nelle braccia, in corrispondenza del seno e sotto alla mandibola (al contrario del precedente il sedere risulterà piatto);
  • nella “forma a cerchio” il grasso si accumula principalmente nella parte superiore del corpo, in corrispondenza quasi esclusivamente dell’addome (allargamento importante del punto vita mentre le gambe restano molto snelle).

A tutto ciò si aggiunge il progressivo invecchiamento cutaneo (che perde elasticità, presenta sempre più rughe e soffre di maggiore secchezza), oltre a una significativa riduzione dello spessore delle ossa (osteoporosi) che può comportarne la lesione o la frattura, anche in assenza di traumi, di bacino, colonna vertebrale e polso.

Per quanto sia vero che il corpo, da quando si nasce, è in continuo mutamento, tutte queste alterazioni fisiche, nel loro insieme, inevitabilmente andranno a creare nella donna dei disagi anche a livello psichico con conseguenze più o meno gravi (come l’aumento della sua insicurezza, la diminuzione della sua autostima e, nel peggiore dei casi, persino la caduta nel terribile vortice della depressione).

Non bisogna, quindi, avere nessun timore e nessuna vergogna nel rivolgersi, se lo si ritiene necessario, a uno psicologo, è importante essere consapevoli che non si tratta di una situazione fuori dal comune.

Non tutti riescono da soli ad accettare e a metabolizzare situazioni e cambiamenti così repentini ed è per questo che esistono figure specializzate pronte ad offrire il loro prezioso supporto e aiuto a chiunque ne abbia bisogno. 

Il segreto sta tutto nell’imparare ad avere un grande senso di adattamento e nel riuscire a cogliere il positivo (che sicuramente c’è) in ogni aspetto della vita: anche quando sembrerebbe impossibile il bicchiere va visto sempre mezzo pieno, e mai mezzo vuoto! 

Come concludere, allora, nel migliore dei modi questo articolo se non con un momento di riflessione che solo il pensiero del noto mistico e maestro spirituale indiano Osho può regalarci:

“La gente vive quasi come se fosse già nella tomba. Ciò che chiami una vita comoda, confortevole non è altro che un tipo di tomba più sottile. Di conseguenza, quando inizi a cambiare, quando inizi il viaggio che ti porta nel tuo spazio interiore, quando diventi un astronauta dello spazio interiore, e tutto si trasforma a grande velocità, ogni istante tremerà di paura. Ci sarà sempre più paura da affrontare. Lascia che ci sia. A poco a poco i cambiamenti inizieranno a piacerti tanto che sarai sempre pronto, a ogni costo. Il cambiamento ti darà vitalità… più vitalità, energia ed entusiasmo. Allora non sarai più come uno stagno… chiuso da ogni parte, immobile. Diventerai come un fiume che fluisce verso l’ignoto, verso l’oceano in cui si dissolve.”

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
tags:
WoMoms WoMoms, la tua "amica virtuale": idee per viaggiare, consigli per lo shopping, dialoghi aperti, spunti per stupire ai fornelli e molto, molto altro ancora! Sempre sul pezzo, sempre accanto a te...

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »