Villa Borghese: il polmone di Roma

Il parco di Villa Borghese più noto di Roma.

Risalente al XVII secolo, era la tenuta privata del cardinal Scipione Borghese e si compone di circa 80 ettari.

Il  parco contiene diversi edifici ed ha tantissimi ingressi: Porta Pinciana, quello dalla scalinata di Trinità dei Monti, quello dalle rampe del Pincio a piazza del Popolo e l’ingresso monumentale di piazzale Flaminio.Villa Borghese

Gli “scorci” da vedere assolutamente sono tanti.

Aranciera che ospita il “Museo Carlo Bilotti”, il Casale Cenci-Giustiniani posto su Viale David Lubin .
Il Casino dell’Orologio a Piazza di Siena. Altri edifici sono il Casino detto di Raffaello, la Fortezzuola dove ha sede il Museo Pietro Canonica, e Villetta Doria.
Senza dimenticare il Casino del Graziano” su viale del Giardino Zoologico ai confini della Valle dei Platani e la Casa del Cinema che si trova in piazzale Marcello Mastroianni.

Magnifici sono i giardini come il Giardino del Lago dove si trova il Tempio di Esculapio ma anche il Tempio di Antonino e Faustina e il Tempio di Diana. Gli accessi al giardino si trovano in via Madama Letizia e in viale Pietro Canonica. Ma anche il Giardino Piazzale Scipione Borghese.

Se avete tempo andate ai Giardini Segreti, in Viale dell’Uccelliera, e visitate l’Uccelliera.

Villa Borghese

Perdetevi nella Galleria Borghese.

Sicuramente il Parco di Villa Borghese  ha tantissimi scorci instagrammabili, questi sono solo alcuni.

Ti consiglio di leggere anche I posti migliori per mangiare il gelato a Roma

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati