Bertrand Tavernier, Leone d’oro alla carriera

Bertrand Tavernier  ha vinto il Leone d’Oro alla carrieraBertrand Tavernier

Bertrand Tavernier  ha vinto il Leone d’Oro alla carriera della 72° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (2 – 12 settembre 2015).

E’ nato a Lione, il  25 aprile del 1941.

Figlio dello scrittore e poeta René Tavernier, si avvicina al cinema in giovane età e diventa critico, scrivendo per i Cahiers du Cinéma.

Dopo essere stato assistente di Jean-Pierre Melville e sceneggiatore per Riccardo Freda, esordisce dietro la macchina da presa con L’orologiaio di Saint-Paul, 1974, con Philippe Noiret, Orso d’argento al Festival di Berlino.

E’ un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico francese.

«Il cinema e la letteratura di genere permettono delle audacie che non si riconoscono, talvolta, se non molto tempo dopo, tanto esse sono intimamente compenetrate al genere stesso.»

Bertrand Tavernier è stato due volte in Concorso alla Mostra di Venezia:

– nel 1986 con Round Midnight – A mezzanotte circa, che ha ottenuto l’Oscar per la colonna sonora e la nomination per il protagonista, il sassofonista statunitense Dexter Gordon;

– nel 1992 con il poliziesco Legge 627.

Tavernier ha ricevuto: l’Orso d’argento al Festival di Berlino per il suo lungometraggio d’esordio L’orologiaio di Saint-Paul (1974), tratto da Simenon, e sempre a Berlino ha vinto l’Orso d’oro nel 1995 per il poliziesco L’esca.

Nel 1984 ha ottenuto il Premio per la miglior regia al Festival di Cannes per Una domenica in campagna.

Ha vinto in tutto quattro premi César  ovvero l’Oscar francese.

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati