Bikini oltre 70 anni di storia

Il bikini il 5 luglio ha festeggiato 70 anni.

Il due pezzi più amato del mondo è nato nel 1946 dal sarto francese Louis Rèard. 

Louis Reard è nato in Svizzera nel 1896. È stato un ingegnere meccanico fino agli inizi degli anni ’40, quando ha deciso poi di diventare un designer di abbigliamento, e per iniziare a fare costumi da bagno.

Il 18 luglio 1946, vestì Micheline, una ballerina nuda del Casino de Paris, in un costume da bagno a due pezzi. Questo è successo solo 3 settimane dopo che gli Stati Uniti avevano condotto test sulla bomba atomica nel Pacifico su un piccolo atollo di nome Bikini, nelle Isole Marshall. Così Louis Reard decise di chiamare il suo nuovo costume da bagno “Bikini”.

Aveva un nuovo modo di pubblicizzare il suo costume da bagno. Ha assunto un aereo skywriting per scrivere nel cielo “Atome – il costume da bagno più piccolo del mondo” e “Bikini – più piccolo del costume da bagno più piccolo del mondo”.

All’inizio le modelle non lo volevano indossare perché era troppo piccolo e scabroso. Solo negli anni ’50 grazie a Ursula Andress, nel film Agente 007 – licenza di uccidere, è riuscito ad emergere.

Di strada ne ha fatto e nel 2016 il bikini è tutto colore.

Bikini

Molte le rivisitazioni del due pezzi ispirati alla Dolce vita, con triangoli fascianti senza imbottiture e culotte a vita alta che valorizzano le forme e la vestibilità.

Le fantasia spaziano tra fiori, frutti, maioliche siciliane e grafismi.

E il vostro costume di quest’estate 2016 com’è?!

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati