Cosa sono i manga?

Il termine manga in giapponese significa “immagini libere o stravaganti”.

In Occidente si usa questa parola esclusivamente per indicare un genere particolare di fumetti, ovvero quelli giapponesi, in Giappone “manga” indica i fumetti di qualsiasi nazionalità e genere.

manga

I fumetti giapponesi sono solitamente pubblicati in bianco e nero, ma esistono alcune pubblicazioni a colori, e includono una grande varietà di generi: avventura, romantico, sportivo, storico, commedia, fantascienza, fantasy, ecc. Diciamo che i manga accontentano proprio tutti!

Dagli anni ’50 sono diventati un fenomeno che ha appassionato tantissimi lettori diventando uno dei mercati principali per l’editoria giapponese.

I manga, che sembrano di origini moderne, sono invece molto antichi. Il termine iniziò ad essere utilizzato addirittura verso la fine del 18° secolo per indicare alcune pubblicazioni, come “Shiji no yukikai“ di Santo Kyoden, il “Manga hyakujo” di Aikawa Minwa e “Hokusai Manga” del famoso artista giapponese Hokusai. In origine si trattava essenzialmente di libri illustrati e solo nel dopoguerra questa forma di espressione si è evoluta acquisendo il significato moderno di fumetto. Il successo dei manga si è diffuso poi oltre il confine nipponico.

Diversi generi e caratteristiche dei manga

In base al pubblico a cui si rivolgono i fumetti giapponesi cambiano il genere. I manga destinati ai bambini vengono chiamati Kodomo e tra questi i più famosi sono ad esempio Dragon Ball, Astro Boy o Doraemon. Lo stile utilizzato in questo caso dai disegnatori è molto semplice, i personaggi hanno tratti infantili e teneri per catturare meglio i piccoli lettori. I personaggi sono caratterizzati da occhi molto grandi che tendono ad essere più simili ai tratti occidentali, ispirati più ai grandi classici Disney. Questa caratteristica è diventata il tocco distintivo del genere. I grandi occhi possono anche permettere meglio all’autore di esprimere le emozioni del personaggio.

manga

Ogni fumetto porta sempre ad un insegnamento morale.

Ad esempio Astro Boy è ambientato in un mondo in cui umani e robot convivono e il protagonista è proprio un robot dotato di sentimenti umani che combatte le forze del male. Il messaggio principale di questo manga è il rispetto e l’accettazione per tutte le creature. Nei manga giapponesi per bambini, a differenza di quelli occidentali, si trattano anche temi complessi, come la morte (capita che spesso il protagonista sia orfano), il bullismo, e anche il rispetto per gli animali e l’ambiente: non è raro infatti trovare dei manga in cui il miglior amico del protagonista è un animale.

manga

Per quanto riguarda i fumetti per adolescenti, si distinguono due generi, quello che si rivolge alle bambine/ragazze, detti Shōjo e quello per ragazzi, chiamati Shōnen.

Gli shōjo manga affrontano varie tematiche, in particolare l’amore e l’amicizia e tra i titoli più famosi ci sono Lady Oscar o Candy Candy. In altri emerge anche la figura della ragazza o donna “guerriera”, come la combattente Sailor Moon.

I manga che si rivolgono ad un pubblico maschile affrontano vari temi in base all’età dei lettori: alcuni appartengono al filone azione -avventura, altri sono dei polizieschi, come quello che vede protagonista il simpatico Lupin; altri ancora sono legati invece allo sport, come Holly e Benji, alla fantascienza o alla sessualità. I manga per gli uomini over 18 vengono solitamente definiti Seinen.

Ci sono poi alcuni fumetti storici ambientati nel passato e che narrano la storia del Giappone attraverso le gesta dei samurai e dei ninja.

Una delle caratteristiche dei fumetti giapponesi è la fusione tra mondo reale e fantasia. In Sailor Moon o nei Cavalieri dello Zodiaco i protagonisti sono ragazzi “normali” che scoprono di avere doti particolari e che possono trasformarsi in qualcos’altro.

manga

Come si legge un manga?

I manga giapponesi si leggono al contrario rispetto al fumetto occidentale. Si parte quindi dall’ultima pagina e anche le vignette si leggono da destra verso sinistra, dall’alto verso il basso. I testi, a differenza dei fumetti classici, sono molto corti, lasciando molto più spazio alle immagini.

I manga hanno ispirato tantissimi anime che sono diventati famosi in tutto il mondo!

 

Mary Scavetta

 

 

Mary Scavetta

Sono Mary una creativa con la testa tra le nuvole di zucchero filato!

Articoli consigliati