Hennè ed erbe tintorie per colorare naturalmente i capelli e renderli sani

Hennè ed erbe tintorie: tutto quello che devi sapere sulle erbe tintorie

Se alla parola hennè associ il colore dei capelli rossi sei nel posto giusto, perchè ti stai sbagliando. Lo sai che grazie all’hennè puoi ottenere dei meravigliosi colori sulla tua chioma con riflessi strepitosi? Certamente si tratta di una colorazione naturale, per questo devi essere pronta ad ottenerne i benefici grazie ad un grande impegno e a tanta costanza.

Hennè ed erbe tintorie

 

Ti spiego tutto sull’hennè

L’hennè è una polvere derivante dalla Lawsonia inermis, questo il nome latino. Parliamo di una pianta tintoria, la più conosciuta nel campo delle erbe ayurvediche e tintorie. Sono tantissimi i benefici che l’applicazione dell’hennè comporta, a cominciare dall’ispessire il fusto del capello. La Lawsonia si lega indissolubilmente alla cheratina, andandone a modificare il colore in maniera permanente.

Tendenzialmente questa pianta permette di ottenere una colorazione rossastra, specialmente se si tratta di capelli chiari. Se invece la base di partenza è di un capello dal colore castano scuro si otterranno inizialmente solo dei riflessi rossastri.

Tipi di hennè e colorazioni

La Lawsonia inermis è in grado di conferire una tonalità di rosso caldo, specialmente se la provenienza è africana. Gli hennè provenienti da India e Pakistan tendono a rilasciare un rosso più freddo, sempre se alla Lawsonia aggiungiamo altre erbe tintorie. Ad esempio, se vogliamo ottenere un rosso mogano, con riflessi prugna, ciliegia o melanzana, le erbe che ci possono venire incontro sono l’ibisco, la robbia o l’indigo, quest’ultimo è il principale elemento per una colorazione castana. Se vuoi rafforzare i riflessi freddi, potrai basificare la robbia e l’ibisco aggiungendo del bicarbonato. Per l’effetto contrario dovrai addizionare limone o aceto.

Posso coprire i capelli bianchi con l’hennè?

La risposta è sì. I capelli bianchi si possono coprire grazie alla lawsonia, difficilmente riuscirai a farlo solo con le altre erbe tintorie. Per questo il più delle volte è necessario effettuare un doppio passaggio. Il primo di sola lawsonia, il secondo addizionando le erbe tintorie che hai scelto ad una percentuale di lawsonia.

L’henné copre i capelli tinti e decolorati?

Puoi sempre utilizzare l’hennè, e a maggior ragione prevedere un passaggio con la lawsonia. In ogni caso è sempre bene fare un test di prova su una ciocca nascosta, anche per comprendere se sei allergica o intollerante a qualcuna delle piante.

Come si applica?

Preparare l’hennè è molto semplice. Se i tuoi capelli sono lunghi e folti allora avrai bisogno di almeno 100 gr di polvere, la metà se sono corti sopra le spalle. Basterà aggiungere alla miscela (le cui percentuali di composizione variano a seconda del risultato che vuoi ottenere in termini di colore) dell’acqua calda da rubinetto. Dovrai utilizzare una ciotola di ceramica e un attrezzo per miscelare che non sia di metallo o plastica poichè il primo potrebbe alternarne il colore, la seconda potrebbe invece assorbirlo. Dovrai ottenere una miscela dalla consistenza simile allo yogurt. Molte persone aggiungono infusi, oppure yogurt, per ottenere diversi benefici.

Hennè ed erbe tintorie: pro e contro

I benefici sono enormi: basti pensare alla soddisfazione personale della colorazione portata a termine autonomamente, senza contare che risparmierai molti soldi poichè i prezzi delle erbe tintorie sono davvero molto bassi (3 o 4 euro per un etto circa). Avrai inoltre dei capelli lucidi e corposi, e poi l’henné ha anche proprietà antisettiche.

Tra i contro ti segnalo i tempi di posa che sono lunghi, dalle 2 alle 4 ore. Quando alcuni hennè si propongono con tempi di posa corti diffida, sicuramente contengono il tanto temuto picramato di sodio, una sostanza che tinge in tempi minori ma che di naturale ha davvero poco, tanto che, se incontra capelli bianchi o decolorati in presenza di Indigo potrebbe renderli verdi.

Un altro poblema è la stratificazione dell’hennè che potrebbe scurire eccessivamente applicazione dopo applicazione; per questo però ci vengono incontro gli impacchi a base di olio che possono facilitare lo scarico della colorazione, sempre con i dovuti tempi visto che si tratta di prodotti naturali.

Per questo occorre tanto studio prima di individuare il prodotto giusto per i propri capelli.

Personalmente sono passata a questo mondo bio e noto parecchi benefici per i miei lunghi capelli.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn

Manuela Prestifilippo

Mi definisco una operaia della comunicazione. Giornalista e non solo. Adoro scrivere, ma amo anche correre. Mi piace sperimentare tutto quello che attira la mia attenzione. Sono affascinata dal mondo orientale, dalle discipline olistiche e amo la vita in ogni sua declinazione. Dicono che nelle mie vene ne scorra parecchia e cerco sempre un motivo per sorridere e ringraziare. Ho vinto un tumore al seno e mi batto per la prevenzione e la ricerca scientifica. La mia parola d'ordine è "Ascoltare" perchè si impara sempre qualcosa.

Articoli consigliati

Translate »