Home Cultura Film I personaggi di Criminal Minds:le guide

I personaggi di Criminal Minds:le guide

I personaggi di Criminal Minds:le guide
0

I personaggi di Criminal Minds: le guide e mentori

Uno dei personaggi di Criminal Minds da ricordare è Jason Gideon (Mandy Patinkin

Abbiamo modo di conoscere l’Agente Speciale Supervisore Jason Gideon, il profiler più esperto del gruppo, nelle prime tre stagioni di Criminal Minds.

Gideon è separato e ha un figlio, Stephen (James Lentzsch).

Al di fuori del lavoro sembra non avere una vita sociale molto attiva, nonostante si sappia di diverse sue “amiche”.

E’ un ornitologo, ama la musica jazz, adora giocare a scacchi ed ha un ottimo rapporto con tutti gli altri agenti della squadra.

Prima dell’inizio della serie Gideon, commette un grave errore di valutazione, che porta alla morte di un ostaggio e di sei poliziotti, mentre cercano di arrestarlo.  Dopo questo, gli viene imposto un periodo di riposo dal suo lavoro di profiler nell’Unità di Analisi Comportamentale  del Federal Bureau of Investigation. Nel primo episodio della serie gli viene comunicato che ormai è tempo che torni al suo posto sul campo.

Nella seconda stagione Gideon scappa per paura di essere accusato del brutale omicidio di un’amica che era andata a trovarlo, uccisa da un Soggetto Ignoto entrato nella casa dell’agente, ma la squadra riesce a trovare l’assassino.

Durante la terza stagione Gideon decide di lasciare l’FBI e cominciare una nuova vita.

Al suo posto arriverà l’agente David Rossi (Joe Mantegna).

 

I personaggi di Criminal Minds

Tra i personaggi di Criminal Minds che non si possono dimenticare c’è anche Aaron Hotchner (Thomas Gibson)

E’ il capo della BAU ed è stato presente nella serie dalla 1° alla 12° stagione.

Hotch, dopo essersi laureato in giurisprudenza, ha lavorato molto tempo come avvocato, per poi diventare un agente della SWAT,  con il compito di svolgere missioni ad alto rischio. Dopo aver lasciato la SWAT entra nell’FBI e diventa profiler della BAU, fino a diventarne il supervisore capo.

Gli altri agenti,  lo ritengono un uomo con un forte e con un duro carattere, senza senso dell’umorismo. La realtà è che il suo lavoro lo prende molto e i casi che seguono lo colpiscono, restandogli dentro.

Nell’ottavo episodio della prima stagione possiamo intuire che Hotch da piccolo abbia subito violenze in famiglia quando, parlando con un assassino, che da giovane è violentemente maltrattato dal padre.

Hotch è sposato con Haley Brooks (Meredith Monroe), con la quale ha un figlio, Jack.

Sempre per colpa del lavoro, che lo tiene lontano dalla famiglia, Haley lascia Hotch e gli chiede il divorzio.

Venuta a mancare Haley, Hotch decide di prendersi un periodo di riposo dall’FBI per passare più tempo col figlio.

Durante la settima stagione Hotch inizia una storia d’amore con Beth Clemmons (Bellamy Young), che finisce nella nona stagione.

Hotch lascia la squadra ddurante la dodicesima stagione, perchè deve entrare nel programma protezione testimoni, insieme a Jack, a causa dell’evasione dal carcere dello spietato killer conosciuto come Signor Graffio, alias Peter Lewis (Bodhi Pine Elfman) catturato dall’agente, che potrebbe volersi vendicare nei suoi confronti, come in passato aveva fatto il Mietitore.

 

Emily Prentiss (Paget Brewster)

Prentiss entra nell’Unità di Analisi Comportamentale in sostituzione dell’agente Elle Greenaway (Lola Glaudini) a partire dalla seconda stagione.

Conosce diverse lingue, tra cui l’arabo, visto che ha vissuto in Medio Oriente per un certo periodo, e il russo.

Nella sesta stagione viene perseguitata da Ian Doyle (Timothy Vincent Murphy), chiamato Valhalla, un terrorista irlandese fuggito da una prigione coreana, che cerca lei e tutti quelli che hanno partecipato alla sua cattura per vendicarsi.

Doyle punta particolarmente ad avere la sua rivalsa su Prentiss perché tra i due c’era stato qualcosa: Emily durante l’operazione sotto copertura che ha portato all’arresto di Ian si era innamorata di lui e forse anche lui di lei.

Al termine della sesta stagione viene ritenuta morta da tutta la squadra, ma in realtà è sopravvissuta allo scontro finale con Doyle ed è fuggita lontano grazie all’aiuto degli agenti Jennifer “JJ” Jereau (A. J. Cook) e Aaron “Hotch” Hotchner che sembrano essere gli unici a sapere la verità.

Emily torna nella squadra all’inizio della settima stagione, ma alla fine della stessa rilascia la BAU per andare a lavorare all’Organizzazione internazionale della polizia criminale. A sostituirla sarà Alex Blake (Jeanne Tripplehorn).

Dalla dodicesima stagione torna come membro fisso della BAU e poi prende il posto di capo della squadra in sostituzione di Hotch.

 

Non si può non parlare tra i personaggi guida anche di David Rossi (Joe Mantegna)

Il personaggio di Davi Rossi, è estroverso e solare, ma anche molto concentrato e disciplinato.

Rossi entra a far parte della squadra nella terza stagione e resta fino alla quindicesima.

L’agente Rossi  è stato uno dei fondatori dell’Unità di Analisi Comportamentale, insieme a Jason Gideon.

David Rossi è italoamericano ed è nato e cresciuto a Commack, a Long Island, nello Stato di New York.

Da ragazzo si è arruolato nei Marine per allontanarsi dagli ambienti vicini al crimine organizzato della sua infanzia.

Uno dei suoi migliori amici, Ray Finnegan (William Sadler), infatti era diventato un boss locale.

Una volta congedato dai Marine, è entrato come agente nella FBI iniziando ad insegnare all’Accademia Tecniche di Negoziazione Ostaggi e partecipando ad azioni importanti; come la presa di ostaggi al Waco Ranch.

Nella sua lunga carriera  ha anche interrogato decine di serial killer, tra cui Charles Manson e Ted Bundy.

Rossi è laureato in diritto criminale, ha scritto diversi libri, tiene conferenze e consulenze.

Nella terza stagione rientra nella BAU.

Durante la decima stagione scopre di aver avuto una figlia, Joy Struthers Rossi (Amber Stevens) dalla sua seconda moglie, Hayden Montgomery (Sheryl Lee Ralph).

Conoscendo la figlia scopre anche di essere nonno di un nipotino di due anni, Kai Struthers (Jaiden Alexander McLeod), e di avere un genero italiano. Dopo aver finalmente conosciuto il padre Joy stringerà con David un legame molto forte, fino a decidere di usare anche il suo cognome.

 

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »