Il licenziamento di Thomas Gibson

Perché Thomas Gibson ha dovuto abbandonare la serie di Criminal Minds

Thomas Gibson ha interpretato il ruolo dell’agente Aaron “Hotch” Hotchner dal 2005 al 2016.

L’11 agosto 2016, dopo solo due episodi della dodicesima stagione di Criminal Minds, vienne sospeso, per aver avuto sul set un acceso alterco con lo sceneggiatore e co-produttore esecutivo della serie, Virgil Williams.

Subito dopo la lite con Virgil Williams, Thomas Gibson era stato sospeso per due settimane, prima della decisione finale del licenziamento.Thomas Gibson

Questo perché il diverbio, molto pesante, fino ad arrivare a un’aggressione fisica, durante la quale sembra che l’attore avesse anche calciato il produttore.

Thomas Gibson si era poi scusato per l’accaduto, sostenendo che il litigio sarebbe nato per delle divergenze creative per un episodio che l’attore stava dirigendo, dopo averne già diretti sei della serie nel 2013.

Il giorno dopo ABC Studios e CBS Television Studios, che co-distribuiscono la serie, rilasciarono una dichiarazione in cui annunciavano la fine del contratto di Thomas Gibson e l’uscita definitiva del personaggio dell’agente speciale  Aaron “Hotch” Hotchner da Criminal Minds, visto che l’attore non avrebbe più girato altre scene della serie televisiva.

Dopo il licenziamento ha dichiarato al Washington Post riportò le parole dell’attore in merito:

Amo Criminal Minds e ci ho messo anima e corpo negli ultimi dodici anni. Speravo di riuscire a vederne la fine, ma non sarà possibile. Voglio soltanto ringraziare gli sceneggiatori, i produttori, gli attori, la meravigliosa troupe e i fan migliori che una serie possa sperare di avere.”

Ti consiglio di leggere Criminal Minds 15esima e ultima stagione

 

Articoli consigliati