Home Health & Wellness Il massaggio neonatale
Il massaggio neonatale

Il massaggio neonatale

0

Cos’è il massaggio neonatale?

Il massaggio neonatale è una tecnica molto antica nata in Oriente, che via via si è perfezionata e diffusa in tutto il mondo.

I suoi benefici sono universalmente riconosciuti.

Può essere fatto al neonato fin dalla nascita con movimenti estremamente leggeri e delicati, ma il periodo migliore è a partire dai due mesi di vita, quando il bambino potrà essere massaggiato più specificatamente e con più cura.

Massaggio neonatale

Il momento migliore della giornata è generalmente la sera, dopo il bagnetto o prima di andare a nanna, anche se ogni genitore potrà poi trovare il momento migliore per farlo.

La cosa importante è che il bambino abbia mangiato da almeno un’ora e che sia bello sveglio.

Ci sono poi anche delle condizioni ”atmosferiche” che favoriscono questa pratica: la stanza deve essere accogliente, la temperatura giusta e, se possibile, la luce soffusa.
Come detto prima il bambino, oltre a dover essere bello sveglio, deve essere tranquillo in un momento di tranquillità. Al contrario, non sarà non sarà molto utile eseguirlo.

Negli anni diversi studi hanno dimostrato che i bambini che beneficiano del massaggio neonatale hanno una crescita più armonica e  uno sviluppo della coordinazione motoria e neurologica migliori.

Un altro aspetto molto importante è senz’altro quello emozionale.

Il genitore impara a conoscere suo figlio e il bambino si sentirà protetto, coccolato e amato.

Il massaggio crea un legame attraverso i gesti e la comunicazione verbale che favorisce la fiducia, la sicurezza e l’empatia.

Quale è la tecnica migliore?

Si parte dai piedi con movimenti rotatori premendo, sempre delicatamente, le dita sulla pianta del piede. Si sale quindi, tenendo con una mano la caviglia ferma, a massaggiare la gamba con movimenti dall’alto verso il basso.

Successivamente si passa all’addome. Con movimenti dall’alto verso il basso, si fanno scorrere le mani alternandole. Si prosegue poi con lievi rotazioni in senso orario partendo dal fianco fino ad arrivare al centro del pancino.

Il massaggio neonatale è molto utile ai neonati che soffrono di coliche gassose.

Di seguito tenere ferma la testa con entrambe le mani e con i due pollici eseguire piccoli cerchi alle tempie, sulla fronte, sul nasino e sulle guance. Questa pratica, in particolare, lo aiuterà a rilassarsi.
Infine ponete il bambino in posizione prona e con le dita mimate una camminata sulla schiena, dal basso verso l’alto, passando per le braccia e le mani. Anche il massaggio alle mani è molto importante e basteranno lievi rotazioni nel palmo.

Ovviamente queste sopracitate sono le tecniche e i movimenti base del massaggio neonatale: ogni genitore poi userà una tecnica personalizzata per il suo bambino.

E’ meglio utilizzare creme oppure oli specifici?

In commercio ce ne sono di vari tipi e sono comunque preferibili quelli biologici. In generale se si sceglie un olio di mandorle dolci, di argan o jojoba, non si sbaglia mai.

In commercio ci sono tantissimi libri che ne svelano la tecnica, eccone alcuni:

”Il massaggio Infantile. Una tecnica antica per il benessere del neonato” Di Sabina Oggioni

massaggio neonatale

” Massaggio al bambino massaggio d’amore. Manuale pratico di massaggio infantile per i genitori” di Vimala McClure

massaggio neonatale

Consuelo

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *