Kamala Harris, il vicepresidente USA

Kamala Harris: la prima afroamericana e la prima americana sudasiatica ad essere eletta vicepresidente

Il vicepresidente Harris è nata a Oakland, in California, da genitori emigrati dall’India e dalla Giamaica. Si è laureata presso la Howard University e la University of California, Hastings College of Law.

Nel 1990, è entrata nell’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Alameda, dove si è specializzata nei casi di violenza sessuale su minori. Ha poi lavorato come avvocato delegato presso l’ufficio del procuratore distrettuale di San Francisco e in seguito è  capo della divisione su bambini e famiglie per l’ufficio del procuratore della città di San Francisco.

Eletta procuratore distrettuale di San Francisco nel 2003. In quel ruolo, ha creato un programma rivoluzionario per fornire ai criminali per la prima volta la possibilità di conseguire un diploma di scuola superiore e trovare un impiego. Il programma è designato come modello nazionale di innovazione per l’applicazione della legge dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

Nel 2010, è procuratore generale della California e ha supervisionato il più grande dipartimento di giustizia statale degli Stati Uniti. Ha istituito il primo Ufficio statale per la giustizia dei minori e ha istituito diverse riforme uniche nel loro genere che hanno assicurato una maggiore trasparenza e responsabilità nel sistema di giustizia penale.

Kamala Harris, procuratore generale, ha vinto un accordo di 20 miliardi di dollari per i californiani le cui case erano state pignorate; così come un accordo di 1,1 miliardi di dollari per studenti e veterani sfruttati da una società di istruzione a scopo di lucro.

Kamala Harris

Ha difeso l’Affordable Care Act in tribunale, ha applicato la legge ambientale ed è stata una leader nazionale nel movimento per l’uguaglianza nel matrimonio.

Nel 2014 si è sposata con Douglas Emhoff e hanno due figlie: Ella e Cole.

Invece nel 2017, ha prestato giuramento al Senato degli Stati Uniti. Nel suo primo discorso, ha parlato a nome di immigrati e rifugiati che erano allora sotto attacco. In qualità di membro del Senate Homeland Security and Governmental Affairs Committee, si è battuta per una migliore protezione dei DREAMers e ha chiesto una migliore supervisione delle condizioni scadenti nelle strutture di detenzione degli immigrati.

Al Senato Select Committee on Intelligence, ha lavorato con membri di entrambi i partiti per mantenere il popolo americano al sicuro dalle minacce straniere e ha elaborato una legislazione bipartisan per aiutare a garantire le elezioni americane. Ha visitato l’Iraq, la Giordania e l’Afghanistan per incontrare i membri delle forze armate e valutare la situazione sul campo. Ha anche fatto parte della commissione giudiziaria del Senato. Durante il suo mandato nel comitato, ha partecipato alle udienze per due candidati alla Corte Suprema.

In qualità di senatore, ha sostenuto la legislazione per riformare la cauzione in contanti, combattere la fame, fornire sollievo dall’affitto, migliorare l’assistenza sanitaria materna e affrontare la crisi climatica come membro della commissione del Senato per l’ambiente e i lavori pubblici. Il suo disegno di legge bipartisan contro il linciaggio è approvato dal Senato nel 2018.

La sua legislazione per preservare i college e le università storicamente neri è firmata come legge; così come il suo sforzo di infondere capitale tanto necessario nelle comunità a basso reddito durante la pandemia COVID-19.

L’11 agosto 2020, ha accettato l’invito del presidente Joe Biden a diventare il suo compagno di corsa e aiutare a unire la nazione.

 

Kamala Harris è la prima donna, la prima afroamericana e la prima americana sudasiatica ad essere eletta vicepresidente, come nel caso di altri incarichi che ha ricoperto.

Ti consiglio di leggere anche Empowering Women 2021, quanto influiscono sulla moda

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati