Home Lifestyle L’origine dei nomi degli accessori moda più amati
L’origine dei nomi degli accessori moda più amati

L’origine dei nomi degli accessori moda più amati

0

Capita a tutte di essere attratte da un particolare accessorio di moda, un attrazione puramente estetica, che ti spinge ad acquistare solo perché desideri quel particolare accessorio. Talvolta siamo attratte da una borsa o da una scarpa senza tenere in considerazione il marchio che rappresenta, la vogliamo e basta!

A volte però è interessante scoprire la storia di quel particolare “oggetto” di moda, da dove proviene, qual’è l’origine del nome.

Tutte bramiamo una Falabella, una Jimmy Choo, una Pashli senza sapere bene che cosa significano questi nomi o qual’è la casa di moda che li ha creati.
Sicuramente non è un crimine non saperlo, ma c’è molto fascino e mistero dietro al curioso processo creativo di un accessorio di moda.
Volete scoprire qualche curiosità?

BALENCIAGA LE DIX soft mini cartable

45211755QV_12_n_f
È stata la prima borsa creata dal direttore artistico Alexander Wang per il suo debutto con la collezione autunno / inverno 2013 divenendo da subito la nuova icona della casa di moda parigina.
Le Dix (o il numero 10 in francesce) è in riferimento all’indirizzo storico della Balenziaga House al 10 Avenue George V, Parigi, sede originale dell’ atelier Balenciaga (oggi sede della boutique ammiraglia) ed anche in riferimento al profumo creato da Balenziaga nel 1947.

GUCCI JACKIE SHOULDER BAG

362968_AZB0N_2612_001_web_doublehero
La borsa Jackie prende il nome da Jacqueline Kennedy Onassis.

In molte occasioni mondane e non, Jackie O. venne fotografata mentre indossava diversi modelli hobo del marchio Gucci, tanto che l’azienda decise di ribattezzare questo modello proprio con il suo nome “Jackie O”.

RAY-BAN AVIATOR CLASSIC

805289602163_shad_qt
Questi occhiali nascono nello stesso momento in cui l’uomo ha iniziato a volare, nel 1930, molti piloti di aerei si lamentavano dei bagliori di sole che creavano mal di testa e rendevano la visibilità difficoltosa.
Perciò le lenti verdi permettevano di bloccare il bagliore senza oscurare la visibilità, da cui il nome del marchio: Ray-Ban.

LOUIS VUITTON SPEEDY 25

14458_P_1366556257983

Nel 1930 , dopo il successo della Keepall , Louis Vuitton ha lanciato una versione più piccola con l’obiettivo di creare una borsa in onore ai “globe-trotter“, ai viaggiatori abituali che iniziavano a muoversi in giro per il mondo.

Il nome originale , “Express” è stato cambiato in “Speedy” come un riferimento allo sviluppo dei moderni mezzi di trasporto e il modo sempre più veloce di vivere .

Francesca Cavallari

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *