Benessere & Salute

Magnesio, i suoi benefici

Magnesio: quanti benefici!


Magnesio

Sensazione di stanchezza cronica e di fatica eccessiva? Lo sai che spesso una delle cause principali è la carenza di magnesio?

Il termine magnesia veniva  attribuito dagli alchimisti a numerose sostanze, chimicamente diverse, ma simili per consistenza e colore, estratte nel territorio della città Magnesia, una prefettura della Tessaglia.

Joseph Black, in Inghilterra, riconobbe il magnesio come elemento nel 1755. Sir Humphrey Davy lo isolò elettroliticamente nel 1808 da una miscela di magnesia e ossido di mercurio, mentre Antoine Bussy lo preparò in forma coerente nel 1831.

Il magnesio è imporantissimo per la salute e il benessere del nostro organismo.

Il Magnesio contribuisce alla normale funzione muscolare ed al funzionamento del sistema nervoso.

L’apporto quotidiano raccomandato per un adulto è di 350 mg per gli uomini e 300 mg per le donne (Lichton, 1989), dose aumentabile fino a 450 mg nel periodo di gravidanza e allattamento.

La mancanza di Magnesio nell’organismo può portare: a nausea, vomito, dissenteria, ipertensione, spasmi muscolari, insufficienza cardiaca, confusione, tremiti, debolezza, cambiamenti di personalità, apprensione e perdita della coordinazione.

 

Lo possiamo trovare molti prodotti alimentari come  cereali integrali,  noci, mandorle, arachidi , miglio e grano saraceno, cacao , germe di grano, lenticchie e verdure verdi. Oltre a queste lo troviamo nelle carni, nei farinacei e nei prodotti lattiero-caseari e anche in alcune acque. La cottura dei cibi riduce sensibilmente la disponibilità di magnesio negli alimenti.

In commercio lo possiamo trovare in compresse, polverine o compresse. E’ acquistabile in farmacia, erboristeria e anche al supermercato.

Un commento

  • Valentina

    Da laureata in chimica farmaceutica forse tendo ad esagerare, proponendo alla mia famiglia beveroni di sali minerali; alcuni infatti ancora sono legati al concetto che i sali minerali come il Magnesio, ma anche il Fosforo e il Potassio, si devono assumere esclusivamente dopo un’ intensa attività fisica. Ma non è così: i sali minerali su citati possono essere assunti anche e soprattutto in momenti di forte stress, quando abbiamo bisogno di tiraci un po’ su, vanno benissimo anche per i nostri figli impegnati agli esami, e ce ne sono formulati anche per le donne in menopausa.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.