Home Travel Saas Fee: un viaggio nel ghiaccio a 3500 m
Saas Fee: un viaggio nel ghiaccio a 3500 m

Saas Fee: un viaggio nel ghiaccio a 3500 m

0

Saas Fee e tocchi il cielo con un dito

A volte basta varcare i confini del nostro amato quanto variopinto Paese per ritrovarsi in atmosfere totalmente differenti. E’ quello che vi consigliamo di fare, avendo qualche soldino a disposizione anche per spendere una sola giornata a Saas Fee.

Si tratta di una località svizzera situata nel vicino Canton Vallese, nella zona di Visp, a una manciata di km dal confine italiano lungo il Sempione.

Cosa offre?

Una giornata dal sapore indimenticabile, anche se non si è capaci di sciare e si sta andando incontro alla bella stagione.

Saas Fee
Saas Fee: skyline over 3000

 

Saas Fee: non solo piste

Sono quasi 150 i km di piste che compongono il comprensorio che si estende lungo il territorio di Saas Fee, all’ombra del Dom tra dodici altre montagne. Uno scenario mozzafiato che si può raggiungere con due tronchi di funivia che partono proprio dall’interno del paese. Non è proprio economico questo passaggio, tuttavia vale davvero la pena spendere 75 franchi per acquistare il ticket delle due funivie e del trenino che vi condurrà in cima al ghiacciaio di Fee.

E’ proprio qui dentro che si aprirà l’incanto, sarà infatti possibile entrare al suo interno, in un ghiacciaio incastonato tra le Alpi a 3500 metri. Qui dentro si trova l’Eispavillon Saas Fee, un vero e proprio museo scavato nel ghiaccio e con sculture assolutamente glaciali. Il costo del biglietto è di 20 franchi, ma ne vale davvero la pena, specialmente se si hanno bambini al seguito.

Saas Fee
Saas Fee: l’ingresso dell’eia Pavillion

L’Eis Pavillion è una perla

Prima di entrare è obbligatorio coprirsi per bene, esistono dei giacconi posizionati all’ingresso per i visitatori. Una volta entrati si percorre una scala che vi farà scendere fino alle viscere della montagna dove in un percorso designato sono posizionate le pregiatissime sculture.

Saas Fee
Saas Fee: particolare del museo del ghiaccio

Ci sono igloo, draghi, animali, pesci, perfino un ranocchio gigante. Per non parlare del trono ghiacciato su cui è possibile fotografarsi seduti. L’unico inconveniente è il fatto che si senta molto la pressione atmosferica e quasi un senso di occlusione dettato dalla particolare condizione.

Poco male, basterà uscire per rifocillarsi presso il locale ristorante, un vero capolavoro di architettura e ingegneria.

Qui a Mittel Allalin si trova il ristorante più alto al mondo, composta da una struttura a pianta circolare, girevole!

Saas Fee
Saas Fee: un ristorante a pianta circolare e girevole

Proprio questa particolarità permette di godersi, nell’arco di un’ora, l’intero panorama circostante mentre si degustano hamburger o piatti tipici della tradizione svizzera.

Una esperienza assolutamente da raccomandare quella a Saas Fee dove si ha quasi l’impressione di trovarsi ad un passo dal cielo.

Manuela Prestifilippo

 

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Manuela Prestifilippo Mi definisco una operaia della comunicazione. Giornalista e non solo. Adoro scrivere, ma amo anche correre. Mi piace sperimentare tutto quello che attira la mia attenzione. Sono affascinata dal mondo orientale, dalle discipline olistiche e amo la vita in ogni sua declinazione. Dicono che nelle mie vene ne scorra parecchia e cerco sempre un motivo per sorridere e ringraziare. Ho vinto un tumore al seno e mi batto per la prevenzione e la ricerca scientifica. La mia parola d'ordine è "Ascoltare" perchè si impara sempre qualcosa.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *