Home Lifestyle Babyloss
Babyloss

Babyloss

0

Il 15 ottobre è stata, in tutto il mondo, la Giornata della Consapevolezza della Perdita di un Bambino in Gravidanza e nel Periodo Infantile.

img piccoliangeli.eu
Fonte piccoliangeli.eu

E’ importantissimo promuovere la consapevolezza verso tutte le forme di perdita in gravidanza e neonatale per rompere il muro di silenzio che circonda questo tipo di perdite e per fornire alle persone e agli operatori sanitari strumenti utili per affrontarle.

La perdita di un figlio è il dolore più difficile da affrontare, perchè va contro il naturale corso degli eventi, i figli dovrebbero sopravviverci, essere il futuro. Spesso però una perdita così precoce viene svalutata, come se non ci fosse stato il tempo di creare il legame, come se non si fosse diventati genitori.

La verità è che si tratta di un lutto fortissimo, è vero che sono stati con noi poco tempo, ma questo non significa che non abbiamo creato un legame emotivo molto forte. Inoltre al lutto innaturale per quel figlio che doveva sopravviverci, si somma il fatto che nel momento stesso in cui ci aspettavamo l’arrivo della vita, ci colpisce invece la morte.

E’ importante che si trovi, per entrambi i partner ed eventualmente per i fratellini, lo spazio per vivere ed elaborare il lutto.

Spesso dall’esterno non si riceve l’adeguato sostegno. I papà diventano a volte coloro cui chiedere informazioni sulla madre, quando anche loro stanno vivendo la perdita, spesso senza darsi modo di piangere e vivere il dolore.

Ai fratellini va raccontato quanto accaduto con una modalità che varia in base all’età. E’ importante tenere presente quanto siano in grado di capire, è importante trovare uno spazio e un tempo per parlare di quanto è successo, creando magari una scatola dove mettere ciascuno un ricordo. Importante pure, passare ai bambini il messaggio che tutti insieme si vive questo grande dolore ma che esisteranno ancora cose belle. E’ necessario dare spazio al lutto, ma trovare forza nella vita.

Per i genitori di piccoli angeli è importante trovare accoglienza e operatori con formazione specifica e altri genitori di piccoli angeli. Questa è una delle associazioni che si occupano di babyloss: www.piccoliangeli.eu fondata da una mamma e un papà di due piccoli angeli.

L’associazione, tra le altre cose, fornisce gratuitamente vestitini e copertine ai prematuri delle T.I.N. e ai reparti di maternità. Avere a disposizione dei vestitini con cui vestire i loro figli  è un modo di aiutarli a dare una dignità ai loro piccoli nel momento estremo dell’addio e di far sentire loro la nostra vicinanza e il nostro affetto.

“Non c’è piede tanto piccolo da non lasciare un’impronta su questa Terra” (cit.)

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *