Escursione alle cascate di Riva

Alla scoperta delle cascate di Riva

La Valle Aurina fa parte della Val Pusteria ma anche della Valle di Tures.

Valle magica, situata in un contesto paradisiaco, circondata da alte montagne coperte di neve in ogni stagione che lasciano spazio ad una distesa infinita di pascoli. Prati verde smeraldo, colori esplosivi, terreni che sembrano quasi dipinti da tanta cura hanno gli agricoltori della zona.

 

cascate di Riva

 

La Valle Aurina si addentra però anche nel suggestivo Parco Naturale delle Vedrette di Ries-Aurina. L’acqua qui è un elemento fondamentale. I vigorosi ruscelli, i limpidi laghi di montagna e le cascate spumeggianti sono rinomate mete escursionistiche nelle stagioni calde. Anche d’inverno le cascate di ghiaccio e i laghi ghiacciati presentano lo scintillante spettacolo della natura.

Di base ad Acereto, paesino alle porte di Campo Tures, poco lontani dalle cascate, abbiamo organizzato la nostra gita una splendida mattina di sole (consigliato abbigliamento da trekking comodo, ma assolutamente indispensabile, un k-way).

Tre cascate di una bellezza disarmante. Tre cascate che valgono assolutamente il percorso (tutto in salita) che spetta ai visitatori.

Come ben immaginerete, ci si immerge nella natura, nel silenzio di un percorso che conduce alla prima cascata, alta 10 metri. Meravigliosa, incantevole creazione della natura: il rumore fragoroso vi farà capire di essere arrivati alla prima tappa del percorso.

Con i passeggini potete arrivare tranquillamente alla prima cascata, poi inizia il sentiero per raggiungere la seconda cascata che diventa sicuramente meno accessibile se non con zaini porta-bimbi.

Altri dieci minuti e si raggiunge la seconda. E con altri dieci, o poco più,  si arriva in cima. Ancora prima di vederla, sentirete da lontano il rumore della potenza che sprigiona l’acqua che esce dalla roccia in modo impetuoso. L’acqua si trasforma in goccioline che inizieranno a bagnare il vostro viso, facendovi capire così di essere sempre più vicini alla terza cascata, alla meta del vostro viaggio.

Quando arriverete in cima, quando vi troverete davanti a cotanta meraviglia, improvvisamente spariranno fatica e affanno per lasciare il posto allo stupore.

Salendo ancora un pochino, potrete raggiungere il punto Fly-Line con il quale scenderete a valle, appesi ad una fune (in tutta sicurezza) addentrandovi ed attraversando il bosco. Un’esperienza da provare, non solo per i più piccoli!

Per quanti invece non vogliono tornare con i “mezzi veloci” rimane comunque una splendida discesa a piedi!

Parcheggio a pagamento, ma anche un ottimo punto ristoro ricchissimo di splendidi souvenir.

Se amate la natura ma soprattutto stupirvi ad ogni passo, organizzate un viaggio alle cascate di Riva, e pensatemi!

cascate di Riva

 

ti consiglio di leggere anche Arte, storia, cultura: Castel Beseno

Erica M.

Erica Menegollo

Donna, fotografa e mamma di Ginevra 👑. Affamata di ricordi, Nikon e iPhone danno voce ai miei occhi.
Sono il 50% di Officina degli Scatti 📷
Se dovessi descrivermi con un aforismo, lo farei con questo:

Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove.
(Pino Cacucci)

Articoli consigliati