Home Culture Book Il Cavaliere d’Inverno : la nostra recensione
Il Cavaliere d’Inverno : la nostra recensione

Il Cavaliere d’Inverno : la nostra recensione

0

Il Cavaliere d’Inverno, un bel romanzo che lascia qualche perplessità.

 

Il Cavaliere d’Inverno di Paullina Simons, edito da Bur, ho iniziato a leggerlo dopo tante buone recensioni lette su internet. Tutte le recensioni parlavano infatti di un romanzo travolgente e passionale, che ti fa arrivare fino all’ultima pagina col fiato corto. Così mi sono convinta e l’ho acquistato in libreria.

Siamo a Leningrado nel 1941 (la San Pietroburgo di oggi), la Germania invade la Russia. Una sera la protagonista Tatiana, una bella ragazza di 17 anni, uscendo per andare a fare scorta di cibo, incontra lui. Lui si chiama Alexander ed è un ufficiale dell’Armata Rossa di qualche anno più grande. E’ un romanzo d’amore ma anche storico. La storia d’amore dei due protagonisti, ruota intorno alla seconda guerra mondiale e a tutto ciò che accadde in quegli anni.

Tra Tatiana e Alexander è decisamente colpo di fulmine. Non appena i loro occhi si incrociano, ha inizio la loro relazione platonica, iniziale, tra una difficoltà e l’altra che la guerra gli mette di fronte. L’autrice non risparmia le parti dettagliate sulla guerra: l’assedio dei nazisti, la mancanza di cibo, le fughe dalla città per evitare il peggio, il vivere nascosti al buio per non farsi scoprire, il rifugiarsi sui tetti della città. La prima parte de Il Cavaliere d’Inverno dunque, si concentra sulla guerra e, in egual misura, sui sentimenti dei due protagonisti. Questi fanno di tutto pur di vedersi appena possono.

il cavaliere d'inverno

Ma veniamo alla seconda parte de Il Cavaliere d’Inverno, che a mio avviso, lascia qualche perplessità.

Se nella prima parte si parla di storia e sentimenti, nella seconda scarseggia la storia e subentra la passione tra i protagonisti, tanto da cadere nel troppo erotico. Se il lettore è stato conquistato da un tipo di coinvolgimento che a mio parere funzionava, si ritrova in una seconda parte letteralmente spiazzato! Come se l’autrice avesse voluto lasciare il lettore sulle spine fino a metà romanzo, per poi regalargli ciò che voleva: i due protagonisti che si amano alla follia da soli in una casa di campagna. In realtà ha esagerato oltre che sbagliare. Era la prima parte che ha decollato, era tutto ciò che descriveva nel dettaglio che funzionava davvero. Non la seconda in cui questi ragazzi non fanno che amarsi (per non dire accoppiarsi) in ogni angolo “del libro”!

Ovviamente la fine non posso commentarla perché, come si dice oggi, non voglio “spoilerare”. Inoltre è una recensione personale che non vuole essere verità assoluta. E’ comunque un bellissimo romanzo che vale davvero la pena leggere. Io sono stata spiazzata dall’autrice ma chi ha scritto le recensioni che mi hanno convinto a comprarlo, lo hanno amato alla follia! Quindi leggete anche voi Il Cavaliere d’Inverno così mi date poi la vostra opinione!

Buona lettura

Francesca Cirianni

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Francesca Cirianni Nata a Torino ma trasferita a Bologna. Amo viaggiare e amo farlo soprattutto con i libri. Cerco di documentare le mie passioni con la fotografia e tra queste c'è un buon cibo e un buon bicchiere di vino. Certo, poi ci sono anche loro, le mie figlie, le preferite della mia macchina fotografica.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *