Home Food Le conserve sottolio
Le conserve sottolio

Le conserve sottolio

0

Le conserve sottolio sono un modo semplice per conservare il gusto delle verdure, perfette come antipasto o da usare come condimento per arricchire sughi, carni e bruschette!

Sapete come si preparano le conserve  sottolio e quali rischi si corrono?

Per conservare i cibi sottolio occorre seguire regole ben precise, poiché in caso contrario potrebbero diventare estremamente pericolosi per la salute.

Conserve sottolio
Foto da Pinterest

Bisogna innanzitutto isolare l’alimento dall’aria atmosferica per non permette la proliferazione dei batteri. Attenzione però il botulino è un batterio anaerobio e questa tecnica non funziona.

Ecco alcuni piccoli accorgimenti per la sterilizzazione dei contenitori:

  • Se preparate le verdure sottolio è importante che i vasetti siano in vetro e i tappi siano sterilizzati e nuovi.
  • Sterilizzare significa mettere i vasetti in forno, in lavastoviglie, in una pentola con acqua bollente o nel forno a microonde e portarli ad un’alta temperatura privandoli di umidità.

Una volta preparati i vsetti, passiamo alle verdure. Lavatele e asciugatele bene con un canovaccio da cucina. A questo punto tagliatele con un coltello pulito e mettetele sotto sale e limone con un peso, per eliminare l’acqua contenuta nella verdura (il sale e il limone sono ottimi antibatterici).

L’invaso deve avvenire ancora con le verdure calde di cottura, utilizzando olio o aceto oltre i 60 °C. Fate in modo che dopo l’invaso le verdure siano tutte bene coperte dall’olio.

Una volta pronte e condite a piacere ricordatevi di capovolgere i vasetti sul tappo per creare una specie di sottovuoto. Quel “click” che sentirete all’apertura vi farà capire che non è entrata aria.

Per far mantenere il colore naturale alle verdure nelle conserve, durante l’ebollizione è bene immergerle nel recipiente quando l’acqua è già in ebollizione e affondarle con l’ausilio di un mestolo di legno facendole bollire a pentola scoperta.

Consumatele entro 6 mesi da quando le avete preparate.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *