Home Travel Pengo Life Project
Pengo Life Project

Pengo Life Project

0

Unknown

Pengo Life Project è un progetto no profit italiano nato dal profondo interesse del dott. Aldo Giovannella, medico veterinario di Mogliano Veneto (TV), nei riguardi degli elefanti e dei rinoceronti. Venuto a contatto con il centro di recupero di cuccioli orfani di elefante africano e rinoceronte nero, sito all’interno del National Park di Nairobi, nel 2009 il dott. Giovannella tornò in Italia con il profondo desiderio di fare qualcosa per queste due specie a rischio di estinzione. Nel 2010, tornato a Nairobi, ottenne il riconoscimento da parte della dott.ssa Dame Daphne Sheldrick, fondatrice della charity The David Sheldrick Wildlife Trust, dal suo progetto a sostegno e supporto del centro nacque il Pengo Life Project. Negli anni che seguirono attraverso la frequentazione della popolazione locale il dottor Aldo Giovannella si rese conto di come quest’ultima non conoscesse né la flora né la fauna della sua terra, quindi di come fosse necessario contribuire all’educazione e all’istruzione cominciando proprio dalla scuola, infatti due classi della scuola Catholic Primary School di Lykoni furono coinvolte in una serie di lezioni. I maestri entusiasti divennero gli eredi di questo progetto educativo di conoscenza del proprio habitat. Tutt’oggi il Pengo Life Project è costituito da un Presidente, il fondatore dott. Aldo Giovannella, un consiglio direttivo costituito da sei membri, (il medico veterinario dott. Armando Mulciri, i sig.ri Oscar e Carla De Poli, l’insegnante elementare sig.ra Barbara Nardo, la psicologa dott.ssa Pina Francesca ed il medico veterinario dott. Giorgio Stella), e da un folto gruppo di volontari e sostenitori. Nel 2013 il dott. Aldo Giovannella è stato nominato Ambasciatore del The David Sheldrick Wildlife Trust per l’Italia ed il Pengo Life Project è diventato progetto referente in Italia della fondazione anglo–kenyota The david Sheldrick Wildlife Trust.viaggiate_2_4
Pengo Life Project è un progetto a supporto del The David Sheldrick Wildlife Trust, quindi dell’elefante africano e del rinoceronte nero.

Come?

Facendo:
1) informazione attraverso i media, con progetti educativi sia all’interno delle scuole primarie che dei circoli ricreativi (boy scout o altre forme di aggregazione giovanile), attraverso serate con materiale audiovisivo;
2) raccolta fondi organizzando eventi a tema o in collaborazione con altri partners, promuovendo le adozioni (dirette), diventando centro di raccolta di farmaci specifici o di presidi. Il tutto portato personalmente al centro di Nairobi;
3) sensibilizzando la Nazione verso la problematica del bracconaggio e della domanda di avorio anche attraverso l’organizzazione della Marcia Internazionale per gli Elefanti indetta dallo Sheldrick nel mondo;
4) organizzando viaggi a tema sia al centro di Nairobi che nel territorio del Kenya per aumentare quella che è la consapevolezza delle problematiche legate agli elefanti e avere così una visione a 360°. Per il 2015 Pengo Life Project si sta preparando con due proposte di viaggio: Agosto e Novembre, supportati da esperti e professionisti del settore turistico;
5) creando collaborazioni nazionali e internazionali con associazioni o enti che si occupano della salvaguardia della conservazione delle specie a rischio di estinzione per ottenere una risposta più concreta da parte dei Governi.

 

Se vuoi fare qualcosa anche tu per gli elefanti e i rinoceronti orfani dalla tua città o all’interno di un circolo/associazione, se sei interessato a dare il tuo contributo non solo come donatore, ma anche come volontario, visita il sito www.pengolifeproject.it, scrivi un’e-mail a info@pengolifeproject.it oppure puoi trovare la pagina Facebook pengolifeproject, saranno felici di accoglierti nella grande famiglia Pengo e di organizzare qualcosa insieme a te.

Carla

Ig @mayazetaci

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Alessandra Bonadies Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Abito a Roma ma sono una gallina padovana.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *