Stella di Natale: 150 varietà diverse

Stella di Natale, appartiene al genere dell’Euphorbia.

La Stella di Natale fu scoperta già nel ‘500 dagli Spagnoli che però non la portarono in Europa.

Per arrivare nel Vecchio Mondo ha dovuto attendere vari secoli e compiere un giro più tortuoso dovendo passare dallo Stato del Carolina, intorno agli anni ’20 dell’800 grazie all’ambasciatore statunitense in Messico, Joel Robert Poinsett da cui le deriva il nome botanico, Poinsettia Pulcherrima.

La pianta della stella di Natale più ampiamente disponibile è rossa, ma negli ultimi decenni sono state create più di 150 varietà diverse: rosa, arance, creme e bianchi.

Ecco alcuni suggerimenti e migliori pratiche su come mantenere la tua Stella di Natale

Acquisto di stelle di Natale

 Molti supermercati raccolgono le stelle di Natale con i fiori, mettendole vicino alla porta principale del negozio nella speranza che i clienti siano tentati entrando o uscendo. Ma non dovresti mai comprare una stella di Natale seduta accanto a una serie di porte automatiche che si aprono ogni 30 secondi perché sarà stata danneggiata da quei venti. L’esposizione a correnti d’aria o temperature inferiori a 12 ° C causerà danni. Sebbene all’inizio non sia visibile, potrebbe far cadere le foglie della stella di Natale subito dopo essere stata portata a casa.

 Una pianta sana della stella di Natale avrà brattee intatte. Se i piccoli boccioli gialli tra le brattee colorate  sembrano ancora stretti, allora saprai che la qualità della pianta della stella di Natale è buona.

Se possibile, controllare il terreno prima di acquistare. Non dovrebbe essere né gocciolante né completamente asciutto, e se lo è, probabilmente non è stato dato un TLC adeguato, quindi potrebbe non durare nelle tue cure.

Quando hai scelto e acquistato la tua poinsettia, assicurati di avvolgerla nella carta per il viaggio di ritorno a casa per proteggerla da correnti d’aria e temperature inferiori a 12 gradi C. Questo lo proteggerà da danni che inizialmente sono invisibili ma possono portare alla prematura perdita di foglie dopo pochi giorni.

Annaffiare una pianta di poinsettia

Le stelle di Natale non amano molta acqua. Ricorda sempre che la balla della radice della pianta non deve seccarsi né essere inzuppata. L’irrigazione eccessiva può portare rapidamente a ristagni d’acqua, che a loro volta causano il marciume radicale e ti lascia con una pianta d’appartamento morta.
Dovresti prendere l’abitudine di ispezionarne le foglie. Se stanno diventando gialli o cadono, probabilmente non lo stai annaffiando bene. Proprio come nel caso delle orchidee, molti appassionati di fiori hanno buone intenzioni, ma le stelle di Natale sull’acqua quando ne hanno davvero bisogno solo un pò.
Dovresti innaffiare la tua pianta di poinsettia quando il terreno è notevolmente asciutto. Questo potrebbe accadere ogni giorno nel caso di una pianta vicino a un radiatore in una stanza asciutta, o solo ogni due o tre giorni in altri punti. Come controllare? Sollevare con attenzione la pianta; Se sembra leggero, è ora di annaffiare. Le mini stelle di Natale dovrebbero essere controllate ogni giorno. Puoi anche innaffiare queste piante immergendole dal basso, che satura il terreno più della normale annaffiatura (dovrebbe bastare un bagno a settimana).
Le stelle di Natale preferiscono l’acqua a temperatura ambiente e i vasi più piccoli hanno bisogno di annaffiare più spesso di quelli grandi perché si asciugano più velocemente. Per una pentola standard con un diametro di 13 cm, non dargli più di un piccolo bicchiere d’acqua, cioè circa 0,2 litri; questo impedisce che i pori dilatati nel terreno si ostruiscano e si accumulino. Le mini stelle di Natale non dovrebbero essere date più di un bicchierino d’acqua. Rimuovere l’acqua in eccesso che è ancora nella fioriera dopo 10 minuti.
In caso di dubbio, è meglio mantenere le stelle di Natale un po ‘più asciutte  e annaffiarle poco e spesso, piuttosto che raramente ma in grande quantità. 

Ottenere la giusta temperatura per le stelle di Natale

Le stelle di Natale hanno bisogno di calore e luce. Può essere tenuto vicino a un radiatore ma deve essere tenuto lontano da correnti d’aria (ciò significa NESSUN caminetto, porte aperte, finestre aperte o corridoi ventilati). Se è troppo pieno di correnti d’aria, questa pianta potrebbe iniziare a perdere le foglie. Prova a posizionare le stelle di Natale in un luogo riparato.

Una temperatura compresa tra i 15 ei 22 gradi è l’ideale, rendendo queste stelle di Natale adatte a camere da letto e soggiorni. Una luce sufficiente è importante affinché la pianta cresca e prospera e nei mesi invernali è felice da una finestra esposta a sud.

Stelle di Natale dopo Natale

Per assicurarti che sopravviva fino al prossimo anno, dovrai potare la stella di Natale ad aprile, a circa 10 cm, e mantenerla a una temperatura di 13 ° C. Rinvasare a maggio e coltivarlo in luogo fresco e luminoso durante l’estate, idealmente ad una temperatura di 15-18 ° C. 13. Quando arriva novembre, è tempo di iniziare a forzare l’impianto. 

Ti consiglio di leggere anche Piante che ti aiuteranno a dormire meglio la notte

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati