Home Culture Book & Film Libera i talenti del tuo bambino
Libera i talenti del tuo bambino

Libera i talenti del tuo bambino

0

“Ogni bambino è unico, irripetibile e quindi speciale”.

Così comincia il nuovo libro di Francesca Valla, nota ai più come Tata Francesca, dal titolo “Libera i talenti del tuo bambino”.

Francesca è un’insegnante di scuola primaria, una formatrice nei corsi di educazione genitoriale, una counselor  (figura di supporto per individui con problematiche di varia natura), una scrittrice e soprattutto una mamma.

Ogni bambino, ogni essere umano, ha i suoi talenti. Non dobbiamo però confondere il talento con chissà quale fenomenale capacità! Come ha detto Francesca alla presentazione del suo libro, ha avuto il piacere di conoscere una bambina in grado di dare gli abbracci più caldi del mondo: ecco quello è il talento di quella bimba!

Noi genitori abbiamo l’importante compito di accompagnare i nostri figli alla scoperta e alla valorizzazione del proprio talento. Ma come possiamo riuscirci? Francesca in questo libro ci spiega come fare.

I punti importanti qui sono molti, direi anche tutti quelli affrontati da Francesca Valla, pertanto ne menzionerò solo alcuni, senza svelarvi troppo.

Talento

Innanzitutto dobbiamo lasciare libera la creatività dei nostri figli.

Nel momento del gioco libero i bambini sviluppano varie capacità, tra cui quella del pensiero laterale che li spinge a trovare soluzioni alternative per risolvere problemi che con un primo approccio non hanno risolto. Questo è molto importante per la crescita perché così come nel gioco riusciranno a risolvere la situazione, la capacità acquisita li aiuterà ad adattarsi nel corso della vita.

Molto importante nel relazionarci coi nostri figli è l’ascolto attivo.

L’ascolto attivo è la capacità di ascoltare quello che hanno da dirci, non solo guardandoli negli occhi, alla loro altezza e prestando davvero la nostra attenzione, ma con la mente aperta di chi è pronto ad accogliere senza giudicare. È molto importante togliersi di dosso, qualora ci fosse, la voglia di giudicare quanto stiamo sentendo dalla bocca dei nostri figli. Accogliamo i loro pensieri, i loro racconti, comprendiamo senza giudicarli. Così si sentiranno liberi di poter comunicare con noi sia ora che un domani. Sapranno di poterlo fare!

Anche la noia fa parte della vita, della crescita.

Molto spesso subbissiamo i nostri figli di attività pomeridiane per tenerli impegnati, ma Francesca ci ricorda che serve anche annoiarsi! Dai momenti di noia nascono idee, e servono al bambino questi preziosi momenti, come anche quelli di silenzio.

Sbagliando si cresce! L’obiettivo di noi genitori è che nostro figlio abbia fiducia in sé, a prescindere dai risultati ottenuti, e non solo quando prende bei voti o tutti gli dicono che è bravo. I momenti di fatica e fragilità fanno parte della vita di tutti ed è fondamentale che il bambino impari ad affrontarli con il giusto spirito.

Se nostro figli avvertirà in noi alte aspettative (celate o dichiarate), farà di tutto per non deluderci. Lo farà sotto il peso di un desiderio altrui!

Evitare richieste eccessive e riconoscimenti solo e sempre in base ai risultati scolastici, sportivi e in generale in tutte le attività in cui si cimentano, perché l’ importante, il messaggio convinto che deve arrivare a i nostri figli, è che non conta il risultato, ma il percorso che ha compiuto per arrivare fino a lì.

Sperimentare il fallimento significa anche aiutarli a conquistare l’autonomia.

Con gli errori si cresce!

Quante volte poi ci capita di etichettare un bambino con un aggettivo che lo caratterizza, finendo poi per chiuderlo in quell’immagine? Il bambino stesso sentirà il peso di quell’etichetta, qualunque essa sia, e ne rimarrà intrappolato, cosa che ostacola la sua crescita libera, i suoi talenti presenti e in divenire.

Il nostro compito di genitori è quello di rispettarli, accogliere le loro emozioni, lasciarli liberi di esprimersi senza caricarli del peso delle nostre aspettative. Perché è vero che ogni bambino è unico ed uniche sono le sue peculiarità.

Solo così cresceremo un adulto libero di sviluppare i suoi personalissimi talenti.

Chiara Gobbi

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Chiara Gobbi Sono Chiara di Roma. Le mie passioni sono il cucito e a rotazione molto altre in base al periodo.... Lo shopping sempre e comunque! Moglie e mamma.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *