una vita nuva
libri

“ Una Vita Nuova” l’ultimo romanzo di Fabio Volo

“Una vita nuova”: Una spider e due amici, un viaggio nella comprensione di ciò che nella vita conta davvero

 

“Una vita nuova” l’ultimo romanzo di Fabio Volo edito da Mondadori, non è solo la storia di un viaggio, ma racconta con semplicità disarmante; il pudore dei sentimenti e la voglia del volere piuttosto che del dovere, perché il primo dovere che abbiamo verso noi stessi è quello di essere felici.

La scrittura fluida rende scorrevole la lettura e dà molti spunti di riflessione in questo viaggio dei sentimenti, facendoci immedesimare nei personaggi e le loro contraddizioni, così spudoratamente simili a ognuno di noi.

una vita nuova

Trama

Paolo e Andrea, due amici quarantenni, partono da Milano con destinazione Puglia, per acquistare una macchina, la stessa Fiat Spider 850 che il papà di Paolo aveva quando lui era piccolo.

In una conversazione con il padre, Paolo si rende conto di averlo visto davvero felice quando ne era alla guida.

“Quando mi portava con sé sulla spider era felicità pura, intensa.”

Scontrandosi con la sua proverbiale razionalità e dopo aver appurato che l’auto esisteva ancora, Paolo decide di partire per fargli una sorpresa.

Spera di vedere negli occhi del padre, quella luce di felicità, di restituirgli quel sorriso che sembrava squarciare il cielo.

“La cosa di lui che ho amato di più è la dolcezza che teneva nascosta: quando sorrideva si squarciava il cielo, come un arcobaleno dopo la pioggia, e subito arrivava il pudore.”

Lo accompagna Andrea, sono amici da tempo immemorabile, perciò malgrado le differenze di carattere, la loro amicizia è solida, senza giudizi e pregiudizi.

Paolo si lascia alle spalle il matrimonio in crisi con Alice e il loro figlioletto Tommaso; Andrea aspetta il risultato di un’analisi dal quale dipenderà il suo futuro rapporto con Marina.

Durante il viaggio i due amici si incontrano e si scontrano con le loro diverse personalità.

Paolo è un uomo risoluto, rigido di carattere e maniaco del controllo, mentre Andrea è la leggerezza, a volte un po’ sfrontata, fatta persona.

Anche se non se ne rende conto subito, Paolo è proprio di questa “saggia leggerezza” che ha bisogno.

“Andrea aveva ragione su tutta la linea, gli invidiavo la capacità di capire le persone.”

Nelle loro conversazioni risaltano i problemi che affliggono entrambi e che riguardano la sfera sentimentale, il lavoro, l’esistenza.

Incontrano il fratello di Paolo, facendo tappa a casa sua e riemergono ricordi condivisi della loro infanzia.

“Mi fa sempre effetto mio fratello, mi emoziona trovarmelo davanti. Nel rapporto con lui è come se fossero racchiusi insieme tutti i sentimenti possibili anche quelli opposti.”

Chilometro dopo chilometro, confidenze e risate si intervallano agli avvenimenti che accadono in un viaggio che non sarà solamente riportare al padre di Paolo la Fiat Spider 850, ma sarà anche ritornare con un’altra consapevolezza, quella di guardare sé stessi per ciò che si è, e ricominciare da capo in una vita nuova.

Carla Zanutto

Potrebbe interessarti anche: Fabio Volo: Una gran voglia di vivere

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.