Home Travel Andiamo a Budapest
Andiamo a  Budapest

Andiamo a Budapest

0

Budapest E adesso Budapest una città che ti fa innamorare da subito!

Qui la moneta cambia, troviamo il fiorino ungherese.
Quando siamo andati noi nei giorni vicini al 20 agosto, era festa nazionale , tanti mezzi pubblici non viaggiavano allora abbiamo deciso di visitare questa città con il BigBus tour che includeva oltre al bus, il River Cruise, il battello che navigava il Danubio e i vari sconti nei negozi.
Budapest
Fare il giro in battello di notte per Budapest é qualcosa che ti lascia senza parole.

Il fiume Danubio separa Pest,la città nuova, da Buda,la città vecchia.

Le due città sono collegate da ponti il più famoso é il ponte delle catene, Chain Bridge, con i suoi leoni e la sua ghirlanda luminosa.

Il Palazzo reale é nella parte vecchia in cima alla collina dove é possibile accedervi con una funicolare.
Essendoci la festa nazionale, c’erano bancarelle ovunque di prodotti tipici, vecchi mestieri, vestiti tipici, cibarie di ogni tipo. Noi abbiamo provato il kurtos che vuol dire “torta camino”, è un dolce ungherese tipico di Budapest.
Questo dolce è un rotolo di pasta vuoto all’interno, servito caldo, cotto alla brace, e mangiato srotolandolo e strappando dei pezzi, risulta morbido all’interno e croccante e lucido all’esterno.

Sempre nella parte vecchia oltre il palazzo Reale nel quartiere Castello troviamo la Chiesa di Mattia Corvino dove l’imperatore Francesco Giuseppe I e l’imperatrice Sissi furono incoronati.

Subito oltre la Chiesa possiamo ammirare il Bastione dei Pescatori con le sue sette torri che simboleggiano le sette tribù magiare che fondarono il paese.
Da qui possiamo godere di un panorama meraviglioso della città, e di notte sarà ancora più magico con i palazzi e i ponti illuminati.
Sempre nella parte vecchia si può vedere in alto sulla collina come una sentinella il monumento alla Libertà, scendendo ai piedi di essa, ecco che troviamo il famoso Hotel Gellert, con i suoi immensi bagni termali che più che essere dentro delle terme sembra di entrare in una cattedrale!
Come non parlare del palazzo del Parlamento davvero immenso con i suoi 268 m di lunghezza, e le sue maestose guglie, situato sulla sponda del fiume nella parte nuova, per fare una visita guidata occorre prenotare on line .
Scendendo lungo il fiume si può fare una passeggiata tornando verso la zona centrale, e ammirare il memoriale: ” Le scarpe sul Danubio “.
Il memoriale è  composto da sessanta paia di scarpe vecchie di metallo gettate alla rinfusa lungo la riva del fiume, simbolo di migliaia di ebrei che vennero fucilati e gettati nelle acque del Danubio.
Altri importanti monumenti che vale la pena di ammirare sono: la Piazza degli Eroi, sempre li vicino troviamo il museo delle Belle Arti, poi verso la zona centrale il teatro dell’Opera; la grande Sinagoga e tutto il quartiere ebraico con i suoi Romkert che sono detti bar in rovine, che animano le serate.
Noi siamo rimasti affascinati da questi ruin pub, luoghi dismessi, arredati con materiali di riciclo, che sono un tripudio di colori etnie e gusti, sono luoghi di musica di scambio e di aggregazione,davvero molto caratteristici.

Per mangiare ci sono locali di tutti i tipi e per tutti i gusti dal fast food alla trattoria “italiana” , dal tipico ungherese al ristorante in stile Irish, insomma di ogni etnia.

Noi abbiamo fatto una cena tipica ungherese al Red Pepper, abbiamo cenato fuori all’aperto non vi dico che freschetto…con le tipiche copertine ( plaid ) noi italiani e altri turisti eravamo praticamente avvolti tipo salami!
Abbiamo gustato zuppa di cipolle, Gulasch, e il mangalica che é il maiale in crosta e per chiudere con il dessert una Nemzeti.
Praticamente in centro troviamo la Basilica di Santo Stefano che custodisce le reliquie del Santo, qui possiamo ammirare mosaici che sono stati realizzati a Venezia.Budapest
Vicino alla Basilica ci sono diverse gelaterie; anche noi abbiamo ceduto a questi deliziosi gelati di Gelarto Rosa che sembrano davvero dei fiori, sono opere d’arte sia per gli occhi che per il palato.
Tornando verso casa non dimenticatevi di ricomprare la vignette per l’autostrada!
Budapest una città da scoprire!
Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
WoMoms WoMoms, la tua "amica virtuale": idee per viaggiare, consigli per lo shopping, dialoghi aperti, spunti per stupire ai fornelli e molto, molto altro ancora! Sempre sul pezzo, sempre accanto a te...

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *