Home Culture Festival del Cinema di Venezia
Festival del Cinema di Venezia

Festival del Cinema di Venezia

0

Festival del Cinema di Venezia, la nuova edizione

La Mostra del Cinema di Venezia 2019 è  al via.

Il il 28 agosto si comincia con il festival dove quest’anno i film in concorso sono 21.

I  film italiani in concorsone sono tre: Il sindaco del rione Sanità di Mario Martone; Martin Eden di Pietro Marcello e infine La mafia non è più quella di una volta di Franco Maresco.

Ecco il programma con le date di tutti i film in concorso al Festival del Cinema di Venezia

festival del cinema di venezia 2019

MERCOLEDì 28 AGOSTO

LA VERITE’ di Kore-Eda, con Catherine Deneuve, Juliette Bincohe ed Ethan Hawke. Deneuve madre, Binoche sua figlia, Hawke genero. Storia di famiglia, con la figlia costretta a tornare a Parigi dagli USA. Dirige il regista giaponese più famoso e premiato del mondo, per la prima volta in trasferta fuori dal suo Paese. Ma sempre alle prese con un affare di famiglia .

 

GIOVEDI’ 29 AGOSTO

THE PERFECT CANDIDATE di Haifaa Al-Mansour. In Arabia Saudita, una giovane donna medico decide di candidarsi. Vorrebbe andare in vacanza, ma il permesso rilasciatole dal padre, non è stato rinnovato. Nel Paese più maschilista e retrogrado del mondo una donna non può andare liberamnte in vacanza. Così decide di darsi alla politica: per  cambiare il suo Paese.

MARRIAGE STORY di Noah Baumbach, con Scarlett Johnasson, Adam Driver, Laura Dern. La fine del matrimonio, un Bergman newyorches con l’attrice più pagata del mondo (Scarlett) e Driver che non si amano più, sotto gli occhi di un ragazzino che non vuole accettare la cosa.

AD ASTRA di James Gray, con Brad Pitt, Liv Tyler, Ruth Negga e Tommy Lee Jones. Brad Pitt si fa mandare nello spazio per ritrovare il padre scomparso anni prima. E svelare cosa c’è dietro.

VENERDI’ 30 AGOSTO

IL SINDACO DEL RIONE SANITA’ di Mario Martone, con Massimo Gallo, Roberto De Francesco e Francesco Di Leva. Il primo dei 3 film italiani in concorso prende il dramma di Eduardo De Filippo e lo ambienta nel nostro presente.

J’ACCUSE di Roman Polanski, con Jean Dujardin, Louis Garrel ed Emmannuelle Seigner. Il regista non ci sarà (in Italia rischia l’estradizione in USA, dove è ancora wanted per la violenza sessuale su una minorenne a metà Anni 70), ma la storia fa venire i brividi tanto gli è vicina.

SABATO 31 AGOSTO

EMA di Pablo Larrain, con Gael Garcia Bernal.  Il racconto della coppia che scoppia mentre sta cercando di adottare un figlio è diversissima.

JOKER di Todd Phillips, con Joaquin Phoenix e Robert De Niro. Uno strano film fumetto, con un protagonista nato per la parte e pronto a sfidare il ghigno di Jack Nicholson e Heath ledger (Joker precedenti). Vietato ai minori di 18 anni.

DOMENICA 1 SETTEMBRE

THE LAUNDROMAT di Steven Soderbergh, con Meryl Streep, Gary Oldman, Antonio Banderas e Sharon Stone.  Queen Meryl torna agli scandali politici che hanno sconvolto l’America. Qui si racconta dei Panama Papers: nel 2015, si scoprì che i potenti del mondo, dagli anni 70, godevano di paradisi fiscali. Tutto grazie a 11 milioni di documenti confidenziali ritrovati nello studio Panama Mossack Fonseca. Meryl è la vedova che, scoprendo di aver perso tutto a causa di una frode assicurativa, fece partire l’indagine.

WASP NETWORK di Olivier Assayas, con Penelope Cruz, Gael Garcia Bernal, Edgar Ramirez. Tra cronaca e spy story, la storia di un gruppo  di spie cubane imprigionati negli USA, dopo che si erano infiltrate tra gli esuli anticastristi che, in Florida, volevano far cadere il regime comunista.

LUNEDI’ 2 SETTEMBRE

NO. 7 CHERRY di Yonfan. Anni 60, Hong Kong: ragazzo si ritrova al centro di un triangolo. Lui, tra madre e figlia.

MARTIN EDEN di Pietro Marcello, con Luca Marinelli, Jessica Crossy e Mario Cecchi. Il classico romanzo di Jack London, spostato da San Francisco alla Napoli di oggi.

MARTEDI’ 3 SETTEMBRE

THE PAINTED BIRD di Václav Marhoul. La storia di un ragazzo ebreo durante la Seconda Guerra Mondiale. Viene dalla Repubblica Ceca, ma è recitato anche in esperanto.

ABOUT ENDLESSNESS di Roy Anderson. Filosofia esistenziale alla scandinava.

GUEST OF HONOUR di Atom Egoyan, con David Thewlis e Luke Wilson. Il fallimento esistenziale di un ispettore che si occupa di controllare il cibo in una scuola dove scoppia il caso di una denuncia nei confronti di un insegnante

 

MERCOLEDI’ 4 SETTEMBRE

BABYTEETH di Shannon Murphy.  La protagonista è Eliza Scanlen, nei panni di una ragazza il cui primo amore sconvolge la vita famigliare.

SATURDAY FICTION di Ye Lou, con Gong Li. Storia di spionaggio, ai tempi della Seconda Guerra Mondiale. Nella Shanghai occupata dai giapponesi un’attrice viene a sapere che questi stanno per bombardare Pearl Harbor.

GIOVEDI’ 5 SETTEMBRE

A HERDADE di Tiago Guedes. I tanti segreti di una ricca famiglia portoghese, le cui vicende private e di affari si incrociano con quelle del Paese.

GLORIA MUNDI di Robert Guédiguian, con Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Anais Demoustier. Racconti di vite intrecciate a Marsiglia, dove arriva un detenuto a sconvolgere la vita del quartiere.

VENERDI’ 6 SETTEMBRE

LA MAFIA NON E’ PIU’ QUELLA DI UNA VOLTA di Franco Maresco, con Letizia Battaglia.  Ciccio Mira, organizzatore di feste di piazza con cantanti neo-melodici locali, vuole ricordare le morti di Falcone e Borsellino.

WAITING FOR THE BARBARIANS di Ciro Guerra, con Johnny Depp, Robert Pattinson, Mark Rylance e Greta Scacchi.  Da un romanzo del Premio Nobel G M Coetzee, la storia del capitano di un avamposto di confine, in un Paese dove la dittatura sfrutta la paura del barbari al confine.

 

Quest’anno la giuria  per assegnare il Leone d’Oro del Festival del Cinema di Venezia 2019, è i guidata dalla regista argentina Lucrecia Martel, con Paolo Virzì come giurato italiano, e sarà consegnato il 7 Settembre.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Alessandra Bonadies Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Abito a Roma ma sono una gallina padovana.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *