Home Fashion Il gavroche: un piccolo quadrato di seta
Il gavroche: un piccolo quadrato di seta

Il gavroche: un piccolo quadrato di seta

0

Come indossare il quadrato da tasca, il gavroche.

Il mondo della seta è una scoperta continua, come abbiamo visto in più occasioni (per esempio qui): dal   carré 90 x 90 cm agli ampi scialli, dai nastri leggeri al gavroche. Un mare di spunti per definire il proprio stile o l’abbigliamento di una giornata.

gavroche
Regina di Hermès

La versatilità del twilly, la fascia “multiuso”,  è una caratteristica anche del gavroche.

Si tratta di un quadrato da tasca grande la metà di  un foulard tradizionale.

90 cmq di morbida seta che consentono una infinita quantità di usi.

gavroche
hermes.com

Il classico carré di cui abbiamo parlato spesso su WoMomS è strumento indispensabile per definire uno stile, ma lo controlla. Un foulard, cioè, domina l’outfit e quello che indossiamo ruota attorno a esso, anche se non ce ne rendiamo conto.

Il gavroche, al contrario, arricchisce un look senza imporsi. Lo impreziosisce. Sono sufficienti un semplice fiocco sul manico della borsa o intorno al collo per renderlo unico.

Questo piccolo quadrato di seta può rivelarsi una coloratissima fascia nei capelli o un nastro che tiene ferma una coda di cavallo.

Feux d’Artifice di Hermès

Un’ acconciatura classica come lo chignon cambia subito. Diventa qualcosa di moderno e unico! E indimenticabile.

Attorno al polso, intrecciato con un ferma foulard al collo, il gavroche si trasforma in un gioiello originale e colorato.

gavroche
pinterest.it

Il gavroche è un accessorio senza stagione, che io uso 12 mesi l’anno.

In inverno solitamente lo indosso come una bandana, per proteggere il collo dagli spifferi: essendo più piccolino di un carré, è meno invadente e non rischia di rovinarsi.

gavroche
Brides de Gala di Hermès

Di solito, però, faccio un nodo o un fiocco nei manici delle borse: un tocco di colore che fa allegria.

E voi, come preferite usare il gavroche?

Caterina Pascale Guidotti Magnani

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Caterina Pascale Guidotti Magnani Penso di essere uno storico dell'arte e sicuramente sono una mamma. Non ho filtri, perché dico tutto quello che mi viene in mente, ma lo faccio sempre con gentilezza. Credo che l'educazione e la cultura siano alla base della civiltà. Ho una passione sfrenata per i foulard, una passione che è diventata collezione.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *