Insta-foto in vacanza

Insta-foto in vacanza, la nuova mania

Beate le fotografie di una volta che testimoniavano attimi felici della nostra vacanza e che, se a tirarne fuori una abbandonata in un vecchio cassetto, stropicciata e ingiallita, è capace ancora di evocare il sapore del mare.

Il vecchio album di foto la dice lunga, anche se ridicolo e obsoleto, quando lo sfogli suscita al pari commozione e ilarità, mentre le foto della stagione in corso, con Instagram, presto saranno dimenticate.

La parola lo dice: Insta-gram, tutto va bene purchè duri solo un istante.

INSTA-FOTO

E’ uscito da poco un servizio del Guardian di Londra dove spiega che il social net-work dei foto-grammi è il nuovo padrone della stagione estiva e spiega una serie di esempi su come devono essere le Insta-foto delle vacanze, anche se il popolo degli internauti lo sa ben già di suo.

Per prima cosa, ogni estate ha il suo scatto tormentone. L’anno scorso era quello delle scarpe della famiglia o della combriccola di amici disposti in cerchio.

Quest’anno è stato soppiantato dagli occhiali da sole e dal telefonino al centro del tavolo.

Foto che non passano mai di moda: le gambe all’ “hot dog”, l’effetto prodotto dagli arti inferiori di chi scatta l’immagine dalla coscia al ginocchio, lasciando intravvedere nella fessurra nel mezzo e ai lati, spicchi di mare deliziosamente blù;magari aggiungendo anche il cocktail con cannuccia…invidia assicurata di chi guarda l’Insta-foto.

Altro scatto classico, è la foto del cielo dal finestrino dell’aereo, possibilmente con un pezzo di ala per far capire da dove è stata ripresa.

Il Guardian ha individuato alcune novità tra gli scatti di Instagram in questa stagione: uno o due paia di gambe che sguazzano in piscina, esibendo una perfetta pedicure con smalti dai colori differenti.

Oppure la norme-photo, cioè l’immagine dello squallore urbano, anche se arriva da qualche posto esotico, tipo scaffale di farmacia con articoli di igiene personale, il tutto accompaganto da didascalie umorisitche: “ tutto quello che voglio adesso è  una confezione di Tampax”.

E poi c’è la Insta-art

Fotografie a tema artistico, al museo, mettendosi in posa davanti a un quadro famoso, assumendo la stessa posa del personaggio raffigurato…narcisimo per dire che conto solo io e non l’opera d’arte.

Un’altra categoria è la porn-food, con protagonista il cibo tanto godurioso da risulatre pornografico.

Si prestano le ostriche, unita ad uno sfondo di mare e spiaggia da sogno, insomma il tutto deve essere sproporzionatamente ricco.

Infine le acrobazie di gruppo, ma tutte sapientemente calibrate da filtri e giochi di luci.

Ah dimenticavo la categoria delle foto d’epoca vintage…non tante, una qua una là, servono da intermezzo e allora ecco Sophia Loren, Audrey Hepburn, Jane Birkin…

Che dire…noi al vecchio album di foto non ci sappiamo più ritornare, perchè questa è la legge del web: guardare sempre avanti e mai indietro.

Carla Zanutto

Sono Carla e dal 2010 faccio parte del Pengo Life Peoject, un progetto italiano per la tutela e la salvaguardia dell'Elefante Africano in Kenya. Le mie passioni sono il fitness, i cani e i libri.

Articoli consigliati