Home Food Krapfen vegan con farina di kamut
Krapfen vegan con farina di kamut

Krapfen vegan con farina di kamut

0

Ecco una ricetta che spero farà felici le mamme vegane: krapfen vegan con farina di kamut.

Non introdurre più nella propria alimentazione tutto ciò che è di derivazione animale è una scelta di vita che io rispetto molto, non è facile e bisogna esserne estremamente convinti, ma essere vegani non significa rinunciare a piatti saporiti e deliziosi.

Il mondo vegetale è molto ricco e con questa ricetta dei krapfen vi mostrerò quanto può essere gratificante preparare delle golosità senza uova e burro.

Ho scelto anche di utilizzare una farina diversa, quella di Kamut, perchè ricca di sali minerali, proteine e vitamine e può essere tollerata maggiormente rispetto al grano comune.

I krapfen solitamente si friggono, ma io questa volta ho preferito cuocerli in forno e vi assicuro che mantengono davvero una bella sofficità.

Krapfen vegan con farina di kamut

Ingredienti:

– 400 gr miscela per pane con grano khorasan Kamut ( io la trovo all’Esselunga)
– 100 gr farina manitoba
– 50 gr zucchero di canna
– 1 bustina lievito di birra disidratato
– 70 gr yogurt di soia al naturale
– 60 ml olio di arachide ( o di girasole o di riso)
– 200 ml latte di soia ( quello della marca Alpro è buonissimo!)
– scorza grattugiata di un limone bio
– zucchero a velo q.b.

Procedimento:

In una tazza sciogliete il lievito con un cucchiaino di zucchero nel latte tiepido, coprite e lasciate agire per una decina di minuti, finché vedrete formarsi una schiumetta sulla superficie.

Versate in una ciotola la farina, lo zucchero e  la scorza del limone.

In un bicchiere mescolate l’olio con lo yogurt e incorporate nella farina il latte tiepido con il lievito iniziando ad impastare. Aggiungete la miscela di yogurt e olio formando un panetto bello morbido e liscio.

Coprite la ciotola con la pellicola e fate lievitare per due ore nel forno spento, ma con un pentolino d’acqua bollente sulla parte bassa (aiuterà la lievitazione).

Prendete l’impasto e, su un tagliere infarinato, stendetelo con un mattarello ad uno spessore  di 1 cm. Con un bicchiere o un coppa pasta del diametro di 5 cm ricavate le formine e lasciatele lievitare ben distanziate tra loro per 1 ora.

Io ho ricavato 9 krapfen e con i ritagli ho creato una ventina di piccoli cuoricini con un tagliabiscotti.

Spennellate i vostri krapfen con del latte di soia e infornate a 200° per 12/15 minuti fino a doratura, mentre per i ritagli ,che saranno più piccoli, ci vorrà meno tempo.

Se preferite gustarveli fritti vi consiglio di usare un pentolino dal fondo spesso e bordi alti e friggerli in abbondante olio di arachide uno o due per volta.

Spolverizzate con abbondante zucchero a velo e farcite i vostri golosi krapfen a vostro piacere con marmellata, nutella o crema pasticcera, aiutandovi con una sac à poche o semplicemente tagliandoli a metà!

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *