Home Culture Book The Big Bang Theory: siamo arrivati alla conclusione
The Big Bang Theory: siamo arrivati alla conclusione

The Big Bang Theory: siamo arrivati alla conclusione

0

The Big Bang Theory giunge al termine 

Lunedì 24 giugno 2019 su Premium Joi verranno messi in onda gli ultimi due episodi di The Big Bang Theory.

Siamo alla fine di una delle serie più amate dal pubblico. Tutti noi sentiamo una strana amarezza, mentre ridiamo per  quelle che sappiamo essere le ultime battute dei nostri amati protagonisti. 

Tutti abbiamo una piccola speranza che alla fine dell’ultimo episodio compaia una scritta: “Bazinga la serie continua!”, ma sappiamo non sarà cosí. 

Dodici stagioni the big bang theory

pinterest.itPer dodici stagioni abbiamo seguito le vite di quattro amici scienziati, colleghi alla Caltech a Pasadena, che si trovano ad affrontare la vita con cervelli geniali, ma poco adatti alla socializzazione. 

Sheldon, Leonard, Howard e Raj, se non sono a lavoro, passano le giornate tra giochi di ruolo, film e serie su supereroi o fantascienza, fumetti e videogame. 

I quattro ragazzi non sanno cosa voglia dire interagire col mondo femminile, sopratutto Raj, che, inizialmente, proprio non riesce a parlare con le donne se non da ubriaco. 

Nella prima stagione una ragazza, un’aspirante attrice molto carina, Penny, va a vivere nell’appartamento di fronte a quello di Sheldon, fisico teorico, e Leonard, fisico sperimentale. Leonard resta subito affascinato dalla nuova vicina e Sheldon col tempo troverà in lei una grande amica pronta ad accettare le sue stranezze. 

Penny riesce a stravolgere la vita dei quattro scienziati entrandoci con la sua esuberanza e superficialità. 

Durante le stagioni al gruppo iniziale si aggiungono altre due scienziate, Beranadette e Amy, e il proprietario della fumetteria frequentata dai quattro amici, Stuart. 

Il Dottor Sheldon Cooper 

the big bang theory
pinterest.it

Il personaggio più particolare della serie è sicuramente il Dott. Sheldon Cooper pieno di manie, fobie, idee contorte sulla socializzazione e una cieca fiducia sulle proprie opinioni. 

Interpretato da Jim Parsons, attore perfetto per la parte con un’espressività unica. 

Tra le sue strane passioni quella per le vessillologia, lo studio delle bandiere,ha molta importanza per lui, infatti crea un podcast “Divertiamoci con le bandiere”, spesso aiutato da Amy per girarlo. 

Con una memorie eidetica, detta anche memoria fotografica, e un orecchio assoluto questo personaggio ricorda tutto e tutti e quindi è difficile fare qualcosa che lui non ricorderà e vi rinfaccerà,  anche dopo anni e si rischia di finire nella sua lista di “nemici mortali”. 

Per lui le convenzioni sociali sono un mistero come il sarcasmo e l’umorismo e cerca di comprenderle con l’aiuto dei suoi amici. 

Sheldon ha un posto fisso sul divano di casa ed in ogni luogo in cui va sceglie dove sedersi secondo alcuni suoi criteri e che nessuno “rubi” il posto! 

Vedendoli da fuori, molti si domandano perché Leonard resti amico di uno come Sheldon. Questi è un genio che confina con la follia, che sembra sfruttare l’amico e gli ha fatto firmare un assurdo “contratto tra coinquilini” pieno di clausole, ma la realtà é che Sheldon a modo suo vuole molto bene a Leonard. 

Lo spin-off: Young Sheldon 

the big bang theory
pinterest.it

Il personaggio di Sheldon ha colpito a tal punto il pubblico dal far nascere uno spin-off dedicato alla sua infanzia e a ciò che l’ha reso lo scienziato che conosciamo. 

Jim Parsons, che interpreta Sheldon adulto in The Big Bang Theory, è la voce narrante dello spin-off. 

Nel primo episodio scopriamo da cosa nasca la passione di Sheldon per i trenini: il Sheldon bambino spiega che sono la perfetta rappresentazione della prima legge della dinamica di Newton per il loro moto ordinario e ripetitivo e confessa che se non fosse diventato fisico teorico avrebbe fatto il controllore sui treni. 

Cresciuto nel Texas orientale con il padre George, allenatore di football, la madre, Mary, fervente cristiana, il fratello maggiore, Georgie, giocatore di football non molto sveglio, la gemella Missy, che punta sul l’apparenza più che sull’intelligenza e nonnina Connie, donna irresponsabile, che però adora Sheldon. 

Sheldon, interpretato da Iain Armitage, è un bambino geniale, con un quoziente intellettivo di 187, che all’età di nove anni si trova a frequentare il liceo insieme al fratello maggiore. A scuola si trova poco a suo agio con i compagni, molto più grandi  e molto meno interessati allo studio di lui. Anche con i professori, spesso inadeguati, non sempre si trova bene o forse é meglio dire che loro non si trovano bene con lui, sopratutto quando vengono ripresi per errori commessi durante le spiegazioni. 

La serie arrivata alla seconda stagione é stata rinnovata per una terza e una quarta stagione. 

Per scoprire di più su questo peculiare personaggio ci basta seguire questa divertente serie.

Parità di stipendi per il cast 

the big bang theory
pinterest.it

Non tutti proporrebbero di ridurre il proprio stipendio per aiutare i colleghi, ma è quello che successe dall’undicesima stagione della serie. A partire dall’ottava stagione i principali interpreti Johnny Galecki, Jim Parsons, Kaley Cuoco, Kunal Nayyar e Simon Helberg, che interpretano i cinque personaggi iniziali della serie, percepiscono 1 milione di dollari ad episodio, mentre Melissa Rauch e Mayim Bialik, le due scienziate che fanno parte della serie dalla terza stagione, 200 mila dollari a episodio, molto inferiore a quello dei colleghi. 

Vista la disparità di stipendio le due attrici chiesero un adeguamento del salario in fase di contrattazione per il rinnovo della serie e per poter permettere alla produzione di assecondare la richiesta delle colleghe i cinque interpreti principali proposero di ridurre i propri salari di 100mila dollari l’uno per poter alzare quelli di Melissa e Mayim a 450 mila ad episodio.  Le due, anche se i loro stipendi continuavano ad essere inferiori a quelli dei colleghi, accettarono la proposta e fu così possibile rinnovare la serie per le ultime due stagioni. 

Il Professor David Staltzberg 

the big bang theory
pinterest.it

La vera mente geniale che si trova dietro i ragionamenti scientifici, i dialoghi su fisica e astrofisica e le equazioni, che vediamo comparire sulle lavagne durante gli episodi, è il Professor David Staltzberg. 

Staltzberg è professore di fisica e astronomia all’University of California di Los Angeles. 

Questo é l’uomo che per dodici stagioni ci ha fatto sentire molto ignoranti in materia e un po’ stupidi perché non capivamo quelle astruse equazioni sulle lavagne. 

Dire addio 

pinterest.it

Dopo dodici stagioni dire addio a una serie tanto amata non è facile e anche per il cast é stato molto difficile emotivamente registrare gli ultimi episodi. Non sono solo un cast sono diventati una famiglia e sapere di non collaborare più in questa grande serie li ha rattristati molto e rattrista anche noi fan. 

Questa resterà un cult delle serie televisive. Acclamata fin da subito dal pubblico è divenuta la sitcom multi-camera più longeva nella storia della televisione statunitense. 

Cosa ci riserverà questo finale di serie? Preparatevi a scoprirlo!

 

Margherita Pascale Guidotti Magnani

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *