Viviana Battistella titolare del Rifugio Vivi

viviana battistella

Viviana Battistella: una vita completamente dedicata ai cani senza famiglia

viviana battistella

Viviana Battistella, titolare del Rifugio Vivi, ogni giorno della settimana, senza soste, si alza presto per andare in Rifugio. La sua è una missione di vita, mossa dal sincero amore per i cani di nessuno.

Viviana ci racconti com’è nata la tua passione per gli animali, nello specifico i cani?

Ho sempre amato gli animali.

Nello specifico la mia passione per i cani è nata nel 2002 andando a fare volontariato per 11 mesi in un canile vicino a casa mia. Dopo di che ho visto quello che non dovevo vedere e ho denunciato alla forestale la struttura che è stata messa sotto sequestro (successivamente chiusa ) e da lì logicamente me ne sono dovuta andare.

Com’è nato il Rifugio Vivi: c’è stato un preciso momento o è nato progressivamente?

Agli inizi del 2004 sono andata a fare volontariato in una struttura privata con una settantina di cani che circa un anno dopo è stata messa sotto sequestro per abusivismo.

La maggior parte dei cani sono stati indirizzati in strutture adeguate e/o fatti adottare.

Per poter salvare i soggetti più difficili ( circa una trentina) ho cercato un terreno da adibire a rifugio.

Nel 2005 ho conosciuto un signore generoso, sensibile e molto amante degli animali che mi ha concesso un appezzamento di terreno in comodato gratuito.

Recuperando parte del materiale del canile sequestrato ( reti, cancelli, cucce ecc.) ho iniziato a costruire il nuovo rifugio.

viviana battistella

Il Rifugio si sa, è gestito da volontari che non guadagnano nulla, investendo il proprio tempo e spesso anche il proprio denaro. La differenza sostanziale rispetto al Canile (come Canile intendiamo le grandi strutture tristemente note conosciute come “canili lager”) è che quest’ultimo è un business, mentre il Rifugio è mosso dal sincero amore per i cani.

Di cosa vivono allora le strutture come il Rifugio Vivi, che non godono di contributi da parte delle istituzioni?

Il rifugio si sostiene in parte con il mio lavoro e molto sulla generosità delle persone sensibili che amano gli animali e conoscono la realtà della mia struttura.

Ho la fortuna di essere seguita da dei veterinari che mi aiutano e non chiedono compensi molto onerosi.

viviana battistella

Viviana, come si svolge la tua giornata tipo tra Rifugio e la tua vita fuori dal Rifugio?

Per 365 giorni , tutte le mattine all’alba vado in rifugio e rimango fino alle 13:30 / 14.00.

Torno a casa a mangiare con mio marito (non ho figli) e nel pomeriggio vado ad insegnare in palestra (sono insegnante di educazione fisica).

Non faccio ferie dal 2005…ma sono felice così.

Qual è la routine giornaliera in Rifugio?

Premetto che la maggior parte delle giornate sono da sola in rifugio tranne il fine settimana dove i volontari hanno più tempo a disposizione.

Appena arrivo faccio un giro di ispezione per controllare che tutti i cani stiano bene.

Do loro da mangiare e poi a turno li libero nelle aree di sgambamento. 

Nel frattempo pulisco e do una riordinata ad ogni recinto ( 35 cani e 25 recinti).

Se avanzano dei ritagli di tempo entro nei recinti di sgambamento per giocare con loro e coccolarli.

Durante la bella stagione mi fermo anche qualche pomeriggio per tagliare l’erba e sistemare un po’ il verde.

viviana battistella

Spesso in queste realtà si è costretti ad entrare in contatto con storie tristi, storie di maltrattamenti, storie di abbandoni: come si fa a convivere con questo dolore e questa sofferenza?

Ho pianto e sofferto molto, e ancora oggi soffro….ma mi sono fatta una domanda:…” se tutti davanti alla propria sofferenza girassero la testa dall’altra parte, nessuno aiuterebbe queste povere creature che non hanno voce”…Ho rinunciato a un incarico come insegnante di ruolo per dedicarmi a loro.

Ogni giorno, quando chiudo il cancello per tornare a casa, soffro nel saperli da soli fino alla mattina seguente.

Ed è per questo che…

” LA RAGIONE PER CUI

DEDICO TUTTA LA MIA VITA

AD AIUTARE GLI ANIMALI

È CHE ESISTONO TROPPE

PERSONE CHE DEDICANO

LA LORO A FARGLI DEL MALE”

Grazie a Viviana Battistella per investire il suo tempo, amore e spesso denaro proprio, con l’unico scopo di donare rifugio ai cani smarriti, maltrattati e senza protezione, con la speranza di poter trovare per loro una famiglia per sempre.

Ti consiglio di leggere anche Il Rifugio Vivi, aiuta i cani maltrattati

Carla Zanutto  

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn

Carla Zanutto

Sono Carla e dal 2010 faccio parte del Pengo Life Peoject, un progetto italiano per la tutela e la salvaguardia dell'Elefante Africano in Kenya. Le mie passioni sono il fitness, i cani e i libri.

Articoli consigliati

Translate »