Il Cansiglio, una foresta che crea dipendenza

Il Cansiglio, una foresta che crea dipendenza

Se c’è una cosa che appare subito chiara quando si arriva al Cansiglio, è che tutto profuma di pace. E se la state cercando, questo è il posto che fa per voi.

cansiglio

I panorami si trasformano in quadri d’artista, fra rocce e prati erbosi, greggi di pecore che sembrano dipinti. La strada che taglia in due la vallata assomiglia alla famosa Monument Valley degli Usa: un’unica via asfaltata che divide in due ettari di prato.

Che scegliate di andare a sinistra o a destra, ciò che vi regalerà la natura è estasiante. Il Pian del Cansiglio si trova a cavallo fra il Veneto e il Friuli, ad un’altitudine compresa fra i 900 e i 1.200 metri s.l.m.. I comuni compresi nella regione dell’Alpago sono: Tambre, Fregona, Caneva e Alpago.

Il Cansiglio è una tavolozza di colori, soprattutto in autunno, quando il foliage satura ogni immagine.

Se vi capita di andare durante la stagione dei cervi in amore (da metà settembre a metà ottobre), dal pomeriggio fino a sera potrete sentire i bramiti dei cervi, canto propiziatorio che accompagna il rituale di corteggiamento di questi animali. La foresta detiene il primato assieme allo Stelvio per la più alta concentrazione di cervi in Italia.

Il Pian del Cansiglio non è solo panorama, ma anche attività, come le passeggiate a cavallo. Incontrerete diverse strutture che vi consentiranno di approcciare questa esperienza. Inoltre, è gettonato anche per chi ama fare nordic walking.

cansiglio

Ma dopo aver parlato di attività sportive, soffermiamoci tassativamente anche su ciò che questa valle ha da offrire a livello culinario!

Numerose le strutture che potranno sfamarvi lasciandovi uno splendido ricordo. Personalmente sono andata a pranzo a Casera Le Rotte, un locale immerso nella natura, circondato da prati colonizzati da pecore dal muso nero. Mi ha colpita particolarmente l’arredamento interamente di legno, la gentilezza dello staff e soprattutto i piatti proposti: indimenticabili!

Vallorch e Le Rotte sono villaggi di case in legno che ospitano i Cimbri eredi dei boscaioli e degli scatolieri giunti nella Foresta del Cansiglio alla fine del 1700. Distrutti dai nazifascisti nel settembre 1944 durante un feroce rastrellamento anti partigiano, sono stati ricostruiti com’erano e dov’erano nell’estate 1945. Si trovano all’interno della Riserva naturale Campo di Mezzo Pian Parrocchia.

All’interno della foresta sono presenti ben 6 villaggi cimbri alcuni dei quali ormai ridotti in rovine.

cansiglio

Organizzate un giro in Cansiglio, dove i telefoni prendono poco (forse niente), dove la foresta vi invita ad addentrarvi, lasciando fuori i rumori della quotidianità.

Fermati ogni tanto. Fermati e lasciati prendere dal sentimento di meraviglia davanti al mondo.

(Tiziano Terzani)

Erica M.

Ti consiglio di leggere anche: Castel Thun, il castello tra i meli

Erica Menegollo

Donna, fotografa e mamma di Ginevra 👑. Affamata di ricordi, Nikon e iPhone danno voce ai miei occhi.
Sono il 50% di Officina degli Scatti 📷
Se dovessi descrivermi con un aforismo, lo farei con questo:

Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove.
(Pino Cacucci)

Articoli consigliati