Mostra: 1 - 3 di 3 RISULTATI

Biscotti Grancereale alla frutta home made

Biscotti Grancereale alla frutta home made

Il caldo ormai è arrivato da qualche giorno ed in questa stagione si prediligono piatti veloci e freddi. Con l’arrivo dell’estate passa la voglia di accendere il forno, ma ammetto che spesso pur di concedermi una colazione sana e gustosa od un secondo piatto stuzziccante lo accendo ugualmente.
La ricetta che vi propongo  è un ottimo presupposto per fare un po di  scorta per il caldo di questi mesi: dei biscotti molto simili nel sapore e nella consistenza ai grancereale; sono perfetti per una colazione sana, per uno spuntino mattutina o per una merenda genuina per i nostri figli e non contengono né uova né burro.

biscotti grancereale

Ingredienti per 40 biscotti Grancereale:

  • 180 g di fiocchi avena
  • 180 g di farina integrale
  • 80 g di zucchero canna
  • 30 g di uvetta
  • 20 g di frutti rossi disidratati
  • 30 g di nocciole tritate
  • 90 g di olio riso
  • 1 mela grattugiata
  • 25 g di miele
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 pizzico di sale

Procedimento

Tritate i fiocchi di avena, mescolateli con l‘uvetta, i frutti rossi, le nocciole tritate, lo zucchero, la farina il lievito ed il pizzico di sale. Unite l’olio in modo da farla assorbire dalla farina, dopodiché unite la mela ed il miele; impastate velocemente il composto che tenderà a sbriciolarsi.

Una volta compattato con le mani mettete a riposare in frigorifero per un’ora. Trascorso questo tempo stendete l’impasto su un foglio di carta da forno spolverato di farina fino a raggiungere uno spessore di 3 mm; con l’aiuto di un coppa pasta o di un bicchierino ricavate dei dischi.

Se l’impasto dovesse sbriciolarsi ricompattatelo con l’aiuto delle mani e ricavate nuovamente altri biscotti.

Cuocete in forno a 170 gradi per 30 minuti,  più altri 3/5 min con un mestolo a contrasto dello sportello del forno, per permettere la fuoriuscita del vapore. I biscotti grancereale quando sono pronti dovranno essere belli dorati e non dovranno essere morbidi al tatto; questo permetterà di avere dei biscotti croccanti che potranno essere conservati per giorni in un barattolo a chiusura ermetica.

Una volta cotti fateli raffreddare su una griglia poi conservateli in barattoli.

 Chiara Scarciolla

Il vino per l’estate: lo spumante

 

Il vino eleva l’anima e i pensieri facendo allontanare le inquietudini dal cuore dell’uomo.

Per tanto tempo ho ignorato la poesia del vino, poi un giorni è successo ed è stato amore. Quando il nettare degli Dei scivola nel mio bicchiere, qualcosa brilla, è il territorio, è il sole, è la mano dell’uomo… no, non è semplice uva!

E’ poesia che parla di colori, fiori, frutta, spezie, profumi.
Ognuno ha il suo carattere: giovale, austero, frizzante, morbido e setoso, sta a noi carpirne i segreti e saperlo abbinare perchè scegliere il vino giusto per ogni portata è frutto di un’abilità sensoriale che sa riconoscere le più piccole sfumature sia del cibo che del vino.

Quando il vino è nel nostro bicchiere si apre un mondo, credo che sia la migliore pozione magica: con il suo potere afrodisiaco predispone il cuore alla felicità e l’animo al godimento, disinibisce, rilassa, rallegra.

vino
Ma se il segreto per il giusto abbinamento al cibo va per concordonza o contrapposizione a me piace pensare allo stesso principio e abbinarlo alle stagioni e allora cosa bere in estate?

La stagione dell’amore, della pelle baciata dal sole. La stagione dei frutti maturi e dei colori accesi: l’arancio delle albicocche, il rosso delle ciliegie, dell’anguria. Le stagioni dei profumi che inebriano l’aria, l’anima e pervadono i sensi. La stagione dei giorni infuocati e delle notti limpide e stellate. La stagione briosa e effervescente che ritrovo in un calice di spumante dalle bollicine inebrianti e persistenti.

Bollicine, bollicine e ancora bollicine per brindare all’amore, alla vita, al giorno che finisce, alla notte che comincia; perché cosa c’è di più romantico che restare incantatati da un tramonto sul mare con un calice freddo di “Spumante Metodo Classico?”

Intrigante, fresco, fruttato, di equilibrata acidità, pieno in bocca e di buona persistenza, nel bicchiere troviamo il sole caldo e dorato, la mineralità del terroir e l’amore dell’uomo che ha accarezzato e accudito la vite per poi raccogliere le uve mature e procedere alla loro spremitura soffice per poi far rifermentare il loro succo, senza fretta in bottiglia.

Una sapiente arte frutto di un antica tradizione come la Riserva Nobile D’Araprì, vincitore di #radicidelsud2017.

Un particolare Millesimato ottenuto unicamente da uve Bombino Bianco e vinificato in botte di rovere.

Il Millesimato con il suo colore oro scintillante e i suoi profumi avvolgenti ci conquista con un piacere gustativo indimenticabile, da gustare da solo o a tutto pasto.

Walt Disney World Resort

Walt Disney World Resort, noto anche come Walt Disney World o inizialmente Disney World

Walt Disney World Resort è il regno della magia, il luogo dove dimentichi di essere tutto quello che sei ed hai la possibilità di tornare bambino mettendoti in testa le orecchie di Minnie anche se hai 90 anni, un luogo unico, dove i tuoi sogni diventano realtà.

 

Walt Disney World Resort

Consigli per il vostro soggiorno

Scegliete  un Hotel o Resort all’interno dell’area Disney.

Ognuno di essi ha un vigilantes all’ingresso e gli avventori son tutte famiglie, quindi sarete più tranquilli. Gli Hotel al di fuori son tutti Motel.

Inoltre hanno tutti le navette ogni 20 minuti che vi portano in tutti i parchi a tema. I parcheggi macchine sono lontanissimi e bisognerebbe pagare il ticket.

Una lista di Hotel la trovate sul sito  ma ad ogni modo vanno bene tutti quelli che si trovano su Disney Lake Buena Vista.



Walt Disney World Resort

Disneyworld ha inventato un metodo comodissimo che vi semplificherà la vita facendovi spendere il triplo.

Ha ideato un braccialetto, con dentro un chip, e dalla Reception del vostro hotel sarà possibile “caricarci” ciò che volete.

Ogni giorno potrete scegliere tre attrazione ed entrare con il Fast Pass, una volta sola per attrazione ma con un bambino è davvero comodissimo poiché potrete scegliere le ore nelle quali accedere. Ci associ la carta di credito ed è davvero comodissimo

Scaricate l’App prima di partire e fate tutto da lì.

 

DOVE MANGIARE

Per la cena ci sono due posti: il gettonatissimo Downtown, a sud dell’area Disney, pieno di ristoranti e locali dove bere, come il: Planet Hollywood, al T-Rex ed al Rainforest Cafè ma consiglio anche Boardwalk e Cat Cora Kouzzina, è un ristorante greco buonissimo.

Ma consiglio anche il Sanaa (ristorante indiano): in notturna vi danno un binocolo ad infrarossi e vedrete tutti gli animali della savana, di giorno avrete la possibilità di mangiare davanti un finestrone enorme e sarà come pranzare assieme a giraffe e zebre.

Cenare nel castello di Cenerentola o a quello della Bella e la Bestia richiede fino a 6 mesi prima la prenotazione.

 

MI RACCOMANDO PRENOTATE SEMPRE IL GIORNO PRIMA dall’App altrimenti farete la cosa anche di due ore.

 

Walt Disney World Resort
Walt Disney World Resort

Per il pranzo, andiamo per Parchi.

      • Magic Kingdom: Pecos Bill Tall Tale Inn and Cafe e il Tortuga Tavern.
      • Epcot:  La Cantina De San Angel, a il Coral Reef (accanto l’attrazione di Nemo) se siete amanti del pesce.
      • Animal Kingdom: Rainforest Cafè (all’ingresso), Pizzafari, e Mr Kamal’s (un chioschetto che fa hummus e falafel SPETTACOLARI)
      • Hollywood Studios: a ABC Commissary, ma credo valgano la pena anche Dining with an Imagineer e Sci-Fi Dine Inn Theatre Restaurant.

 

Walt Disney World Resort

Post fatto da Flaminia per WoMoms.it